Cristiano Ronaldo Juventus, ecco come i bianconeri finanzieranno il colpo: Sarri e Adidas gli alleati

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
cristiano ronaldo

(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images selezionata da SuperNews)

L’indiscrezione di mercato che circolava nella giornata di ieri era alquanto clamorosa: il Real Madrid avrebbe deciso di accettare la faraonica offerta presentata dalla Juventus per Cristiano Ronaldo. Il tam tam mediatico, che ha avuto origine proprio in Spagna, grazie all’emittente televisiva La Sexta e al programma Jugones, ha attraversato in lungo ed in largo lo ‘stivale’, facendo sognare i tanti tifosi bianconeri presenti in tutta Italia.
La società del patron Andrea Agnelli, secondo quanto riferito dalla trasmissione iberica, avrebbe offerto a Cristiano Ronaldo un ingaggio monstre pari a 30 milioni di euro per quattro anni: una cifra considerevole per le tasche della dirigenza juventina, che potrà tuttavia beneficiare per l’operazione in questione di alcuni importanti alleati che consentiranno agli uomini di mercato bianconeri di agire in tutta tranquillità e con la liquidità necessaria per concludere l’affare.
Infatti, il talento di Funchal come è noto ha una clausola da un miliardo di euro, destinata tuttavia a scendere vertiginosamente, complice anche i rapporti non proprio idilliaci con il  presidente del Real Madrid, Florentino Perez, a causa di molteplici motivi, tra i quali si annovera il rifiuto da parte del numero uno del club madrileno di adeguare l’ingaggio di Cristiano Ronaldo alla stregua di quello che Neymar percepisce al Paris Saint-Germain.

Leggi anche:  Serie D, Maicon (ex Inter) torna a giocare nei dilettanti?

In un simile contesto si è inserita la Juventus, che ha già saggiato le doti del fuoriclasse portoghese nella doppia sfida dei quarti di finale di Champions League: chi non ricorda la spettacolare rovesciata sfoggiata all’Allianz Stadium e quel lungo applauso della curva juventina che ammirò ed apprezzò nella circostanza il gesto tecnico del campione. Quel segno di stima e riconoscimento ha scosso notevolmente Cristiano Ronaldo, che in alcune dichiarazioni ha ringraziato per gli apprezzamenti.
Ed è proprio con la stella portoghese che la Juventus proverà ad agguantare la ‘coppa dalle grandi orecchie’, trofeo che manca all’ombra della Mole da troppo tempo, nonostante i sogni di gloria svaniti ad un passo dal traguardo, quelle finali perse in rapida successione che scottano davvero tanto.

Cristiano Ronaldo alla Juventus: affare possibile grazie anche a Maurizio Sarri

Fino a qualche settimana fa, per la Juventus l’operazione che avrebbe spinto Cristiano Ronaldo alla corte del tecnico Massimiliano Allegri sembra davvero una suggestione di mercato o, per usare il termine più in voga, fantamercato: ebbene sì, la Vecchia Signora non aveva né le potenzialità né le risorse finanziare né tanto meno l’appeal tali che avrebbero potuto convincere il talento di Funchal a trasferirsi a Torino.
Stavolta invece la musica è cambiata: sebbene lo stesso Cristiano Ronaldo fosse affascinato da una possibile esperienza in Serie A, come dimostra una presunta clausola apposta sul contratto di rinnovo con il club madrileno a favore della cessione del fuoriclasse ad una squadra del massimo campionato italiano, che prevede, come riporta Premium Sport, un drastico abbassamento della clausola rescissoria (fino a 100 milioni di euro, non valida per gli altri club europei), a rendere più concreta l’operazione in questione è anche l’indiretta collaborazione dell’ex tecnico del Napoli, Maurizio Sarri.
Certamente vi starete chiedendo cosa c’entra in tutto questo il trainer partenopeo: la ragione risiede nell’immediato futuro dell’allenatore, che potrebbe firmare nelle prossime ore per il Chelsea, club che da tempo lo corteggia e che dovrebbe trovare l’accordo di massima con il Napoli per liberarlo dal contratto in essere con la società campana.

Leggi anche:  Champions League stasera, SKY o MEDIASET? Dove vedere Juventus Ferencvaros in streaming e in tv

Con l’approdo di Maurizio Sarri a Stamford Bridge, parte automaticamente l’assalto a due pupilli dell’ex tecnico partenopeo, ossia Gonzalo Higuain e Daniele Rugani: mentre con il Pipita vi è un rapporto di stima e rispetto reciproco, frutto anche degli anni da goleador assoluto all’ombra del Vesuvio, per quanto riguarda invece il centrale juventino la profonda conoscenza dell’allenatore, che lo ha avuto alle sue dipendenze nella prima esperienza importante ad Empoli, fa sì che l’ex tecnico partenopeo possa centrare il doppio colpo.
Le due operazioni garantirebbero alle casse della Juventus una cifra che si attesta intorno ai 90 milioni di euro, quanto potrebbe bastare per finanziare il tentativo di assalto alla clausola di Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo-Juventus, anche l’Adidas alleata dell’operazione

Non solo Maurizio Sarri interverrebbe, seppur indirettamente, in merito alla trattativa Cristiano Ronaldo-Juventus: secondo quanto riportato nelle ultime ore dalla testata giornalistica online calciomercato.com, a rendere ulteriormente possibile l’operazione sarebbe anche l’Adidas, che avrebbe offerto una cifra monstre al talento portoghese per un cambio di sponsorizzazione. Nella fattispecie, la società leader nell’ambito degli articoli sportivi è dal 2015 il nuovo sponsor tecnico della Juventus, subentrando alla Nike che ha occupato il posto per ben 11 anni: sfruttando la posizione in seno alla società bianconera, l’impresa multinazionale ha proposto un contratto allettante a CR7 che prevede appunto la sponsorizzazione.
Fattore di assoluto rilievo, che potrebbe essere sfruttato alla stregua per l’operazione, agevolando e non poco le trattative con il Real Madrid ai fini dell’approdo di Cristiano Ronaldo all’ombra della Mole.

  •   
  •  
  •  
  •