Mercato Juventus: Bonucci in bianconero e Caldara in rossonero, et voilà lo scambio è servito

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
MILAN, ITALY - DECEMBER 10: Leonardo Bonucci of AC Milan looks on during the Serie A match between AC Milan and Bologna FC at Stadio Giuseppe Meazza on December 10, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Leonardo Bonucci – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

In attesa dell’imminente fumata bianca per quanto concerne l’approdo di Gonzalo Higuain al Milan, l’asse Torino-Milano continua ad essere acceso e proficuo, in vista di uno scambio, che si accinge a materializzarsi definitivamente. Ci siamo quasi: il trasferimento di Bonucci dal Milan alla Juventus e il percorso inverso che verrà effettuato da Caldara non è una mera fantasia di mercato. Nella giornata di oggi si susseguiranno degli incontri tra i dirigenti bianconeri e quelli rossoneri, che coinvolgeranno altresì gli agenti dei due calciatori, ossia Alessandro Lucci per Bonucci e Giuseppe Riso per quanto concerne Caldara.

La formula che verrà utilizzata sarà quella di un prestito alla pari, in quanto entrambi i calciatori siano stati valutati 40 milioni di euro. L’ufficializzazione è attesa per le prossime ore o al massimo nei prossimi giorni, ma non più tardi di questa settimana. Ciò che appariva una fantomatica idea, sta diventando una concretezza.

Bonucci, quindi, dopo una sola stagione trascorsa in rossonero, dismetterà gli abiti da capitano del “diavolo” per far ritorno nella Torino bianconera, con l’intento di riconquistarsi la fiducia da parte dei tanti tifosi che non gradirono lo “sgarbo” di un’estate fa. A quanto pare la situazione è decisamente tranquilla sia con i compagni della Vecchia Signora, come testimonia la cena di qualche sera fa con il capitano Giorgio Chiellini, e sia con il tecnico Massimiliano Allegri, i cui dissapori datati 2017 sembrano oramai archiviati nel dimenticatoio. Il ritorno di Bonucci simboleggia la volontà da parte della Juventus di affidarsi a calciatori esperti per poter tentare l’assalto alla coppa dalle grandi orecchie.

Caldara, invece, ingaggiato nel gennaio del 2017 dalla Juventus e lasciato per un’altra stagione all’Atalanta, è pronto a trasferirsi sotto l’ombra della Madonnina, componendo con Romagnoli una coppia centrale di difesa che rappresenterà il futuro della Nazionale azzurra. L’ex orobico è tra i migliori prospetti presenti nel campionato di serie A, ed è dotato di una personalità e di una sicurezza per nulla paragonabili ai soli 24 anni d’età. Scelte strategiche opposte, quindi, da parte dei due club che nel corso della giornata perfezioneranno questa operazione, che renderà questa sessione di mercato estiva ulteriormente travolgente ed inaspettata, sovvertendo ogni tipo di previsione e logica, persino quella più bizzarra e apparentemente surreale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  "Non è facile provare che sia stato un affare fittizio"