Sarri, addio Chelsea ? Trattativa complicata, il Napoli insiste

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
sarri

(Foto di Maurizio Lagana/Getty Images – scelta da Supernews )

Il futuro di Maurizio Sarri potrebbe non essere più sulla panchina del Chelsea: la serrata trattativa tra i Blues e la società partenopea ha subito nelle ultime ore una strana deviazione. Alla base del ripensamento del club del patron Roman Abramovich vi sarebbero alcune condizioni imposte dalla compagine campana ritenute troppo rigide ai fini della conclusione dell’operazione.
Il Napoli ha issato un muro alto ben oltre gli 8 milioni di euro e questo rende davvero difficoltosa la conclusione dell’affare, rendendo alla stregua impossibile l’approdo di Maurizio Sarri sulla panchina del club londinese. Il Chelsea le ha provate tutte, anche attendendo diverse settimane tra l’arrivo del neo tecnico Carlo Ancelotti e la sistemazione dello stesso alla corte di Aurelio De Laurentiis. Ma il tempo sembra essere davvero scaduto e i Blues non vorrebbero più attendere: al 3 luglio la situazione è ancora un po’ troppo ingarbugliata e non è detto che l’ex tecnico campano possa realmente alla guida della compagine inglese.
Senza il sì di De Laurentiis dunque non è possibile concludere l’operazione con Maurizio Sarri che resterebbe clamorosamente fermo, senza una panchina, alla vigilia della nuova stagione agonistica, soprattutto lui che ha avuto il pregio di essere l’unico trainer a dare la caccia alla plurititolata Juventus, rendendo l’annata appena conclusa la più bella di sempre.

Leggi anche:  Roma, Dzeko ancora positivo: potrebbe saltare anche il Napoli

Quale futuro scenario per il Chelsea ? Senza Sarri si ipotizza una clamorosa conferma

Se la situazione relativa a Maurizio Sarri non dovesse sbloccarsi, per il Chelsea si profilerebbe una clamorosa riconferma: Antonio Conte potrebbe dunque restare sulla panchina dei Blues dopo una stagione vissuta tra alti e bassi a causa di un rapporto non proprio idilliaco con il patron Roman Abramovich.
Secondo alcune indiscrezioni, l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana avrebbe già preparato il programma degli allenamenti e il lavoro da svolgere nel prossimo ritiro della compagine inglese: tutti indizi che sembrerebbero confermare l’ipotesi che l’operazione Maurizio Sarri potrebbe essere destinata a tramontare nell’immediato.
La notizia di una conferma di Antonio Conte, come detto, ha del clamoroso, anche perché le parti si erano lasciate lo scorso maggio con la coppa di Inghilterra ed entrambe erano consce che il futuro sarebbe stato ben diverso da quanto ci si auspicava. Poi i rumors di mercato che vedevano in Maurizio Sarri il prossimo tecnico della compagine londinese avevano accreditato le tesi di chi riteneva che il futuro del tecnico pugliese fosse lontano.
Secondo quanto riporta il quotidiano campano Il Mattino, sebbene De Laurentiis non voglia fare follie, alzando muri invalicabili, è altrettanto vero che pretende di essere pagato con la giusta moneta: Ramadani è convinto che l’operazione vada in porto, ma il patron del Napoli chiede una cifra cospicua per liberare Sarri.
Vi sarebbero inoltre problemi legati anche ai diritti di immagine: infatti secondo la testata giornalistica partenopea, bisognerà sistemare non solo l’aspetto sportivo, ma anche quello legato ai predetti diritti che saranno al centro della trattativa.
Nelle prossime ore si saprà di più: il Chelsea ha bisogno di certezze per programmare la nuova stagione, per Sarri un dentro o fuori da horror.

  •   
  •  
  •  
  •