Maldini torna al Milan: ci sarà pace con la curva rossonera?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Maldini, un ritorno atteso 9 anni. Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. In questo caso è davvero così. Una frase, tratta da una famosissima canzone di Antonello Venditti, molto cara ad Adriano Galliani. Ma proprio l’ex amministratore delegato del Milan era stato uno degli ostacoli al ritorno in rossonero di Paolo Maldini. Cosa che è invece è stata possibile con Elliott. Il fondo di Paul Singer aggiunge giorno dopo giorno un mattone alla nuova era rossonera. In poco più di due settimane gli americani hanno riportato a Casa Milan prima Leonardo e poi Maldini. L’ex capitano sarà direttore strategico dell’aerea sportiva. Una notizia che ha fatto il giro del mondo e che ha fatto felice ancor di più i tifosi rossoneri. Milanisti che solo una ventina di giorni fa vivevano giorni angosciosi, tra scatole cinesi, tribunali e mercato fermo. Oggi invece sono arrivati Caldara e Higuain, oltre al ritorno di Maldini. 25 anni di carriera in rossonero culminati con quello striscione di contestazione da parte della curva milanista.

Motivi extracalcistici, per qualche frase detta da Maldini verso gli ultras del Milan. Elliott, vedi anche le scritte contro Leonardo, sta tirando dritto per la sua strada. Gli americani stanno ridando il Milan ai milanisti, un concetto caro anche alla proprietà Berlusconi. Dopo che tanti ex interisti hanno avuto il timone della nave rossonera, ecco il ritorno di facce care al mondo rossonero. Sono passati 9 anni da quel Milan-Roma, da quello striscione che aveva davvero poco senso. Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia. E’ il tempo di fare la pace, affinché tutte le componenti del mondo rossonero remino dalla stessa parte. Indispensabile se si vuole tornare davvero grandi.

Maldini, un altro tassello della rivoluzione Elliott

Gattuso, Leonardo, Maldini e non finisce qui. Il Milan è sempre più in mano a gente che ha fatto grande il club di via Aldo Rossi. Sembra imminente anche il ritorno di Umberto Gandini, oggi amministratore delegato della Roma. L’arrivo di Gandini sembra legato a quello di Ivan Gazidis, che deve liberarsi dall‘Arsenal. Cosa che potrebbe avvenire ai primi di settembre. Più vicino invece l’arrivo di un direttore sportivo. Una figura che possa affiancare Leonardo nelle trattative di mercato, e non solo.

Con il ritorno di Paolo Maldini in rossonero sarebbe spuntata nelle ultime ore l’ipotesi Mauro Pederzoli per il ruolo di ds: lo riporta il Corriere della Sera che spiega che l’ex capitano lo aveva portato con sé  anche nell’esperienza a Miami. Ci sono altri nomi in ballo, ma il nuovo direttore sportivo potrebbe anche arrivare a mercato chiuso. Quest’anno le trattative finiscono prima, il 17 agosto. Dieci giorni, poco più, per sistemare il Milan. I rossoneri hanno bisogno di cedere. Gattuso ha detto che la rosa rossonera è troppo numerosa. Serve quindi togliere qualche elemento per inserirne qualcun altro. Il tecnico rossonero chiede due rinforzi. Leonardo cercherà di accontentarlo, la rivoluzione rossonera continua. A tutta velocità.

  •   
  •  
  •  
  •