Mercato Genoa: il Grifone ingaggia Andrea Favilli, baby-boom in attacco

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
CROTONE, ITALY - NOVEMBER 19: Luca Rigoni (C) of Genoa celebrates after scoring his team's opening goal during the Serie A match between FC Crotone and Genoa CFC at Stadio Comunale Ezio Scida on November 19, 2017 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Era nell’aria già da un pò e solo nella serata di ieri si è avuta l’ufficialità: Andrea Favilli lascia la Juventus per approdare al Genoa, operazione conclusasi attraverso la formula del prestito con diritto di riscatto, con la possibilità, altresì, da parte della Vecchia Signora di far leva sul diritto di riacquisto. Le cifre dell’affare sono le seguenti: il club rossoblù verserà alle casse della società bianconera 5 milioni di euro per il prestito, 7 per il diritto di riscatto, mentre la Juventus si avvarrà di un diritto di “recompra” di 21 milioni di euro per il primo anno, 24 per il secondo.

Dopo le firme sul contratto, apposte nella giornata di ieri, a partire da quest’oggi il calciatore potrà aggregarsi agli ordini di mister Ballardini. Questo, per il Genoa, è un colpo di mercato che non deve passare inosservato, in quanto Favilli, classe 1997, sia uno dei migliori centravanti italiani emergenti. Forte fisicamente, dotato di un tiro poderoso, è assai abile nel gioco aereo, riuscendo a far reparto da solo.

Cresciuto nelle giovanili bianconere, il centravanti toscano venne girato in prestito, nell’estate del 2016, all’Ascoli. Nella sua prima stagione in terra marchigiana, Favilli inanellò 30 presenze impreziosite da 8 reti, catturando, tra l’altro, le attenzioni del c.t. dell’Under 21, Gigi Di Biagio, il quale iniziò a convocarlo. La scorsa stagione fu piuttosto sfortunata per lui, in quanto nel mese di novembre del 2017 subì un grave infortunio al legamento crociato del ginocchio destro, chiudendo, così, anticipatamente il campionato. In 12 presenze aveva messo a segno 5 reti, mentre con addosso la maglia degli azzurrini, aveva fino ad allora collezionato 7 apparizioni con un gol all’attivo.

Quest’estate è stato convocato, da Massimiliano Allegri, nella tournée negli Stati Uniti che ha visto la Juventus impegnata nell’International Champions Cup. In tale occasione, Favilli ha rivestito il ruolo di punta centrale, realizzando una doppietta indimenticabile ai danni del Bayern Monaco, per poi siglare una rete di testa contro le All-Stars della MLS americana. Superato, quindi, il grave infortunio ed aver dimostrato la giusta personalità e la fame di volersi mettere in mostra, il Genoa si è assicurato le sue prestazioni, puntando su un attaccante dal sicuro avvenire e dal presente interessante. Il suo fisico possente ricorda quelli di attaccanti prestigiosi che indossarono, in passato, la casacca rossoblù , come ad esempio Thomas Skuhravy e Pavoletti. Chissà se Favilli riuscirà nell’impresa di emulare le gesta di centravanti che fecero impazzire di gioia la storica Gradinata Nord dello stadio Ferraris?.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: