Mercato Sampdoria: in arrivo un “vichingo” per il centrocampo blucerchiato

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
20-08-17 SAMPDORIA-BENEVENTO CAMPIONATO SERIE A TIM 17-18 FABIO QUAGLIARELLA GOAL 1-1

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Siamo oramai ai dettagli. La Sampdoria è pronta ad abbracciare Albin Ekdal, centrocampista svedese, classe 1989, proveniente dall’Amburgo. Il club blucerchiato chiuderà tale trattativa sulla base di circa 2 milioni di euro, solo dopo aver limato alcuni aspetti legati ai bonus. Il calciatore, da par suo, è atteso nel capoluogo ligure nella giornata di domani o lunedì, al fine di sottoporsi alle consuete visite mediche di rito, apporre la firma sul contratto ed infine aggregarsi con i suoi nuovi compagni di squadra, agli ordini di Marco Giampaolo. Dopo l’addio di Torreira, volato oltremanica tra le fila dell’Arsenal, e l’innesto di Ronaldo Vieira, prospetto interessante ma ancora acerbo, sarà Ekdal il lottatore designato per presidiare la mediana blucerchiata.

Forte fisicamente, bravo nel gioco aereo e dotato di un ottimo senso della posizione, per il calciatore scandinavo si tratta di un ritorno in Italia, dopo aver indossato, in passato, le maglie di Juventus, Siena, Bologna e Cagliari. Ekdal giunse nel nostro Paese nell’estate del 2008, ingaggiato dalla Vecchia Signora. All’epoca aveva 19 anni e venne aggregato alla squadra Primavera, con la quale trionfò nel Torneo di Viareggio, nel 2009.

A seguire il trasferimento, in prestito, al Siena, con lo scopo di accumulare esperienza in massima serie. Tra le fila dei toscani, collezionò  26 presenze in A, impreziosite da una rete. Nell’agosto del 2010 un nuovo prestito, stavolta al Bologna, ed infine il passaggio fondamentale al Cagliari, squadra che nel 2012 ne rilevò completamente il cartellino. Con addosso la maglia dei sardi, Ekdal ha collezionato, in quattro stagioni, tra campionato e coppa Italia, ben 122 presenze con 8 reti all’attivo. Memorabile la sfida disputata a San Siro contro l’Inter, nella stagione 2014/2015, con il Cagliari, all’epoca allenato da Zeman, che si impose in casa dei nerazzurri grazie ad un roboante 1-4, con lo svedese autore di una tripletta.

Nell’estate del 2015 si concretizzò il suo trasferimento in Germania, accasandosi all’Amburgo. In tre anni, in Bundesliga, ha inanellato 54 presenze mettendo a segno un solo gol. Con la maglia della nazionale svedese, invece, vanta 39 gare disputate, partecipando all’Europeo del 2016 e all’ultimo Mondiale in Russia, in cui ha contributo attivamente nello spingere la banda guidata dal c.t. Andersson sino ai quarti di finale, per poi essere eliminata dall’Inghilterra. La Sampdoria si affida, quindi, ad un calciatore che torna in Italia con maggior esperienza e con tanta voglia di imporsi, aiutando i blucerchiati a centrare il prestigioso obiettivo di conquistare la qualificazione in Europa League.

  •   
  •  
  •  
  •