Caso Modric, Inter scagionata dalla Fifa. Il reclamo del Real Madrid è infondato

Pubblicato il autore: Luca Pellegrini 5 Segui
KALININGRAD, RUSSIA - JUNE 16: Luka Modric of Croatia celebrates with teammates after scoring a penalty for his team's second goal the 2018 FIFA World Cup Russia group D match between Croatia and Nigeria at Kaliningrad Stadium on June 16, 2018 in Kaliningrad, Russia. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

E’ stata la soap opera dell’estate: ModricInter. Molti contatti tra Inter e Real Madrid, Inter e Modric e Modric e Real Madrid. L’Inter, che si prepara per la Champions League, voleva aumentare l’influenza croata in squadra, aggiungendo il centrocampista dei Blancos ai vari Perisic, Brozovic e Vrsaljko.
Purtroppo il sogno dei nerazzurri non è andato in porto, troppo difficile la trattativa e troppo poco il tempo per farla andare a buon fine (ricordiamo che il mercato italiano è finito molto prima di quello degli altri campionati).

Questa soap opera, il “caso Modric”, non era ancora arrivato all’ultimo episodio.
Modric, forte della promessa di Florentino Perez, presidente del Real Madrid, il quale aveva garantito una sua cessione in caso di vittoria della Champions League, corona la sua meravigliosa stagione con la finale del mondiale in Russia, oltre, appunto, dalla prestigiosa coppa dalle grandi orecchie richiesta da Perez.
A questo punto, Luka Modric dichiara, non in via formale, ai suoi compagni croati militanti nella società nerazzura di volerli raggiungere in Italia.

Leggi anche:  Liverpool Real Madrid, Benitez: "Determinanti saranno intensità e nervosismo"

Numerosi sono gli incontri tra il croato e il presidente del Real Madrid. Modric vuole l’Inter, Florentino non molla.
Nel frattempo, Ronaldo va alla Juventus, il Real Madrid perde il suo fenomeno.Da quel momento Florentino, con un motto d’orgoglio, non può accettare di perdere un altro fenomeno del sua Real Madrid, il suo numero 10.
A questo punto, Perez si rimangia la parola data e costringe Modric a restare a Madrid.
Quest’ultimo, giocatore molto professionale, non fa una piega e ricomincia, con l’inizio della stagione, a dare il meglio di se per quella maglia bianca, che ormai veste dal 2012.
Nonostante si metta a disposizione del nuovo allenatore Lopetegui, il quale, ci teniamo a ricordare, contattato dai massimi livelli dei blancos in modo inappropiato, facendo salatare il mondiale al mister, non firma nessuno rinnovo.

Leggi anche:  Calciomercato Juventus: parte l'assalto all'attaccante colombiano

Intanto, Lopez è infastidito da tutto questo. I top player se ne vogliono andare dal Real Madrid.
Infastidito da questo “caso Modric”, il Real Madrid denuncia l’Inter alla Fifa per aver violato l’articolo 18.
Inizia l’ultimo capitolo di questa interminabile soap opera. L’Inter viene accusata dai vertici dei blancos di aver trattato, di aver provato a trovare un accordo con un giocatore tesserato del Real Madrid, Luka Modric.
Un’altra brutta figura dei blancos. Perdono la causa, in quanto non esistono elementi sufficienti per dare seguito alla denuncio nei confronti dell’Inter. Inoltre, pare essere stato lo stesso Modric a proporsi alla società milanese mediante i suoi agenti, gli agenti di Vrsaljko.

Modric all’Inter, perché l’affare potrebbe andare in porto?
Il giocatore vuole l’Inter. La Serie A, con l’arrivo di un altro blancos, Cristiano Ronaldo, ha ripreso prestigio e i giocatori vogliono venire in Italia. Ad attenderlo all’Inter ci sono i suoi amici croati, con cui ha già condiviso un’esperienza fantastica in Russia.  Al Real Madrid, Modric potrebbe aver perso le motivazioni di restare, come successo a Zidane e CR7.  I rapporti tra Real Madrid e Inter non sono ottimali, come abbiamo visto e trattato in questo articolo. Florentino Perez non vorrà perdere un’altra pedina fondamentale del suo Real Madrid.

Leggi anche:  Milan, il piano per la difesa di Maldini per la prossima stagione

 

  •   
  •  
  •  
  •