Juventus, c’è il sogno Guardiola per il dopo Allegri

Pubblicato il autore: Roberto Liggi Segui

Champions o non Champions, una certezza in casa Juve, quasi quanto lo scudetto ormai ricucito nel petto per l’ennesima volta, è l’addio di Massimiliano Allegri dopo cinque anni sulla panchina bianconera.

Se i rumours delle ultime ore parlano addirittura di ultimatum e dimissioni annunciate del tecnico livornese, appare comunque certo che a guidare la panchina della Juventus l’anno prossimo sarà un nuovo allenatore. Chi? Forse Guardiola?

Pep Guardiola, attualmente legato al Manchester City, capolista in Premier League e con il titolo della passata stagione ancora in carica, legato al club inglese con un contratto faraonico della cifra di 20 milioni di sterline all’anno non sarebbe al momento dato per papabile a un cambio panchina.

A meno che i suoi frequenti viaggi in Italia tra un impegno e l’altro del suo Manchester City non siano solo una coincidenza, e che magari riuscire a vincere un altro titolo in Premier League e arrivare infondo anche in Champions, non lo spinga ad accettare nuove sfide professionali anche lontano dall’Inghilterra.

Voci insistenti parlano infatti di contatti tra Guardiola e la dirigenza della Juventus, che lo avrebbe sondato con degli incontri preliminari, ma, sogni a parte, resta Zidane il sostituto numero uno per la guida tecnica della prossima stagione.
Se Guardiola sarebbe un importante polo attrattivo per moltissimi top players e rappresenterebbe il colpaccio mediatico della prossima stagione, Zidane sarebbe più economico e più facile da ottenere.

I prossimi due mesi, anche in vista delle volate finali in campionato e Champions League saranno decisivi.

  •   
  •  
  •  
  •