Mercato Milan, Leonardo riparte dai giovani: da Sensi a Orsolini, via alla rivoluzione

Pubblicato il autore: Federico Iacopini Segui


Comunque vada a finire la stagione del Milan, i rossoneri avranno l’obbligo di fare dei cambiamenti in quel di Milanello. Tralasciando la questione allenatore, che necessita una riflessione a parte, quello che tiene banco ora è il mercato, in particolare quello che vede il Milan interessato ad alcuni dei prospetti più interessanti del nostro campionato e non solo. I talenti nostrani finiti sul taccuino di Leonardo e Maldini sono Stefano Sensi del Sassuolo, già nelle mire rossonere nelle precedenti finestre di trasferimenti e Riccardo Orsolini, attualmente al Bologna, ma di proprietà della Juventus. Il prezzo dei due talenti è oggetto di speculazione quotidiana, tutto dipenderà dalle trattative tra i club; quello che si può dire è che il talento neroverde non si muoverà per una cifra inferiore ai 15 milioni, mentre l’ex di Ascoli e Atalanta potrebbe avere un prezzo più elevato (intorno ai 20 milioni). Dalle indiscrezioni delle ultime settimane è anche emerso che il Milan avrebbe sondato il terreno per Sandro Tonali del Brescia, per il quale i dirigenti del Milan dovrebbero essere riusciti a strappare una prelazione per le prossime stagioni. Questa notizia va presa con le pinze, ma ribadisce l’attenzione del Diavolo per i giovani.

Leggi anche:  Eriksen-Gomez, un breve sogno atalantino che rimane tale

Il Milan, in ogni caso, non guarda solo in Serie A per rinforzarsi, infatti è ormai noto l’interesse per Saint-Maximin, esterno talentuoso di proprietà del Nizza e già vicino ai rossoneri nel mercato di gennaio. Il club ha il gradimento del ragazzo, ma il Nizza non è certo famoso per svendere i suoi talenti,  il prezzo del classe ’97 dovrebbe aggirarsi intorno ai 25 milioni, anche qui farà tanto la trattativa.
Con Leonardo al comando e con la storia, anche recente visto Lucas Paquetà, di scommesse vinte sul mercato brasiliano, il braccio rossonero sembra volersi spingere oltre oceano e tentare il colpo Everton, classe ’96 del Gremio. Il prezzo della clausola è esorbitante (80 milioni), ma l’esperienza  di Leonardo nell’arena brasiliana può far scendere il prezzo fino ad una cifra “ragionevole”.
Resta da vedere se il Milan avrà mano libera, infatti nubi temporalesche si affacciano si stanno addensando sul futuro rapporto fra la Uefa e i rossoneri. Le operazioni (non proprio economiche) Piatek e Paquetà hanno irritato non poco i vertici della politica calcistica europea, i tifosi milanisti aspettano chiarezza e un po’ di quella tranquillità che, negli ultimi anni, è stata miraggio.  Speranze possono arrivare dalla proprietà americana, Elliott ha un potere  economico non indifferente, ma la domanda è: per quanto tempo questo potrà rimandare un confronto e i chiarimenti del caso? Il Milan, comunque, è già al lavoro per la squadra del futuro e il futuro dei rossoneri parla giovane

Leggi anche:  Milan-Atalanta, ci sarà l'ex Kjaer sabato contro i nerazzurri? La situazione

 

  •   
  •  
  •  
  •