Cassano: “Tornerei a giocare solo per l’Entella”. E il presidente Gozzi gli apre le porte

Pubblicato il autore: Danilo De Falco Segui

Sono passati ormai quattro anni dalla sua ultima partita giocata con la maglia della Sampdoria (sconfitta per 3-0 nel derby contro il Genoa). La sua carta d’identità dice 38 anni da compiere a luglio. L’addio al calcio dato il 13 ottobre 2018 con una lettera molto sincera ed emozionante. Eppure, Antonio Cassano potrebbe rimettersi in gioco sui campi da calcio: in un’intervista rilasciata ieri a Sky Sport, Fantantonio ha risposto così a una domanda di Fabio Caressa su un possibile ritorno: “Se dovessi prendere in considerazione quest’idea, potrei accettare una sola proposta, quella della Virtus Entella. Il presidente Antonio Gozzi è una persona squisita, di una bontà, una umiltà, tanta coerenza e correttezza. Un dirigente unico nel mondo del calcio. Ci sentiamo spesso e spero riuscirà a coronare il suo sogno di riportare l’Entella in Serie A. Mi metterei a disposizione per lui, contratto in bianco, senza prendere un euro, perché gli voglio bene.” 
Cassano è stato vicino già in due occasioni a vestire la maglia della Virtus Entella: nel febbraio del 2017, dopo la rescissione con la Sampdoria e nell’ottobre del 2018, quando iniziò ad allenarsi con il club di Chiavari prima di abbandonare definitivamente il calcio giocato.
Ma oggi, il presidente dell’Entella, Antonio Gozzi, ha risposto a Cassano, aprendo le porte a un clamoroso ritorno. Leggiamo insieme le sue dichiarazioni.

Dichiarazioni Antonio Gozzi

“Ho sentito le belle parole di Cassano e lo ringrazio di cuore. Ho molto apprezzato. E mi ha colpito la sua voglia di rimettersi in gioco e la grande considerazione che nutre nei confronti della nostra società. Con Antonio ci unisce un forte rapporto di amicizia e stima che va al di là del calcio. Come gli ho già detto dipende solo da lui. Se ha voglia di darci una mano, le porte dell’Entella saranno sempre aperte per un fuoriclasse e una persona perbene come lui.
Sarebbe un “colpo di testa” alla Cassano e potrebbe diventare la trama di un bellissimo film. Per noi farne parte sarebbe un grande motivo di orgoglio. Senza impegno, come si usa fare tra veri amici.”

  •   
  •  
  •  
  •