Cucurella al Napoli, tweet ufficiale: “De Laurentiis…”

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

E all’improvviso spuntò Cucurella. Più precisamente, Marc Cucurella Saseta. Un autentico carneade per chi non mastica pallone iberico, un prospetto interessante per chi alle partite di Liga può definirsi avvezzo. È lui il nome del giorno nei salotti di mercato internazionali. Salotti ancora virtuali, complice la pandemia di Coronavirus e la conseguente emergenza epidemiologica che da alcune settimane a questa parte ha, di fatto, impedito ogni spostamento. C’è però lo smartphone, ci sono le webcam, ci sono le videocall: tanti metodi alternativi che la tecnologia offre a chi ha comunque bisogno di comunicare con il mondo esterno o con interlocutori importanti per il futuro personale o, in questo caso, della propria squadra. Ebbene, in tutto questo cosa c’entra “questo Cucurella”, come l’ha ufficialmente definito l’SSC Napoli in un tweet che sta rapidamente facendo il giro del web? C’entra, eccome se c’entra. Perché sarebbe stato lui l’oggetto delle continue telefonate partite dal capoluogo campano in direzione della Spagna. Il chiamante? Aurelio De Laurentiis, ça va sans dire. Il presidente della compagine azzurra avrebbe infatti ripetutamente contattato il suo omologo del Getafe per convincerlo a cedergli il cartellino di Cucurella. Che, però, dovrebbe prima essere riscattato…

Cucurella-Napoli, chi dice la verità?

Sì, perché il classe 1998 è attualmente in prestito dal Barcellona, anche se il Getafe ha già manifestato l’intenzione di procedere all’acquisto definitivo del ragazzo. “Per noi sarà difficile tenere 3-4 giocatori – hanno dichiarato i vertici della società spagnola -. Ma il nostro obiettivo, ad oggi, è di non vendere nessuno, nemmeno Cucurella”. Con buona pace di De Laurentiis, che, a detta del suo collega, lo tempesterebbe di telefonate con una cadenza di 72 ore per intavolare una trattativa che preveda il passaggio di Cucurella al Napoli. Una versione, questa, smentita però seccamente dai partenopei, in una maniera alquanto insolita rispetto a quanto siamo stati abituati a vedere nel passato più o meno recente: un tweet, un annuncio social per ribadire la propria “innocenza”. Il testo? Eccolo. “In tema di fake news (non ci stancheremo mai di dare battaglia alla manipolazione dell’informazione), leggiamo che il Napoli sarebbe fortemente interessato a Cucurella e che addirittura il presidente De Laurentiis chiamerebbe il presidente del Getafe ogni tre giorni. È una bufala, una fake news. De Laurentiis non sa nemmeno chi sia il presidente del Getafe e non ha mai parlato con i suoi collaboratori di questo Cucurella. #ForzaNapoliSempre”. Chi dice la verità?

Chi è Cucurella, protagonista della querelle di mercato del giorno?

Marc Cucurella Saseta, suo malgrado coinvolto in questo botta e risposta mediatico fra il suo attuale club, il Getafe (il cartellino è però di proprietà del Barcellona, come asserito in precedenza), e il Napoli, è un terzino sinistro molto celere e duttile, dal momento che può tranquillamente essere impiegato in una posizione più avanzata come esterno di centrocampo in un 4-4-2, in un 3-5-2 o, ancora, in un 3-4-3. Alto 172 centimetri, il suo punto di forza è rappresentato dai cross, mentre, anche a causa della sua ubicazione defilata sul perimetro erboso, è poco incline al gol (tre reti in carriera fino a questo momento). È uno dei perni della nazionale Under 21 spagnola, con cui, da settembre ad oggi, ha raccolto 5 presenze e una marcatura.

  •   
  •  
  •  
  •