Pedro-Roma: matrimonio possibile?

Pubblicato il autore: Demetrio Segui

Nel calciomercato si sa, ad ogni parola va attribuito il giusto peso, ma non per questo i tifosi non possono permettersi di sognare i grandi acquisti per le proprie squadre del cuore e, allo stesso tempo, le società possono mettere a punto le giuste strategie per aggiudicarsi il cartellino di quel determinato campione. Pedro Rodriguez Ledesma, conosciuto al mondo del calcio con il nome di Pedro, è uno dei giocatori che dalle parti di Trigoria stanno monitorando coltivando ben più di un semplice interesse.

Quale futuro per Pedro?

Il giocatore classe 1987 ha rilasciato al portale spagnolo El Larguero un’intervista in cui ha parlato anche del suo contratto con il Chelsea e quello che sarà il suo futuro prossimo: “Questa situazione ha influito anche su tutto, quindi al momento stiamo aspettando un incontro con il Chelsea. So di aver concluso il mio contratto, ma ancora non ci siamo seduti per vedere se rinnovare e continuare qui. Il mio contratto scade il 30 giugno. Continuerò fino alla fine della stagione. Poi l’incontro con il club è in sospeso, ma sono anche aperto ad ascoltare altre offerte. Non è la priorità, adesso la precedenza va ad adempiere il mio contratto e poi vedrò cosa può succedere”. Incalzato poi su un possibile ritorno in Spagna ha aggiunto: “Beh non lo so, non lo so. Ho offerte da molti posti e valuterò dove posso andare e vedere cosa viene fuori. Ma la verità è che in questo momento non posso dirti nulla perchè non lo so. Non ho alcuna certezza di nulla. Cosa accadrà o dove sarò. Quello che so è che devo essere qui fino al 30 giugno e l’incontro con il club è in sospeso.”

Le sue caratteristiche

Pedro è un esterno d’attacco dalle qualità indiscusse. Possiede la giusta caratura europea forgiata a partire dalla cantera blaugrana, squadra con la quale poi s’è affermato a livello europeo, 2 champions, e mondiale per club. Il suo palmares europeo s’è poi arricchito con il passaggio al Chelsea dove ha vinto l’Europa League. Il suo apporto a livello di squadra è fuori discussione, garantisce una buona sostanza di reti, ha segnato in ogni finale disputata, che ben s’integrerebbero con gente del calibro di Zaniolo, Dzeko, Mkytharian per citarne alcuni, facendo la felicità di Fonseca e dei tifosi romanisti. Il suo ottimo dribbling lo rende efficace nel 1vs1 e la sua capacità di usare entrambi i piedi consente la sua collocazione su entrambe le fasce esterne dell’attacco che si tratti di 4-3-3 e 4-2-3-1. Da casa Roma proveranno a celebrare questo matrimonio, Pedro non ha chiuso la porta ad un’eventualità: se son rose fioriranno.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: