Calciomercato Verona: si punta al prestito di un giovane attaccante italiano

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Il Verona, in attesa di tornare a giocare in campionato nel recupero casalingo contro il Cagliari, vuole rinforzare l’attacco per la prossima stagione con il ds Tony D’Amico che starebbe pensando seriamente al prestito di un giovane attaccante italiano corrispondente al nome di Pietro Pellegri, che milita con i francesi del Monaco.

Calciomercato Verona, alla scoperta di Pellegri

Pellegri classe 2001, è cresciuto nelle giovanili del Genoa (parecchie le reti realizzate), con il quale ha esordito in Serie A il 22 dicembre 2006 subentrando a Rincon nel match perso 1-0 contro il Torino, ma la sua entrata in campo gli ha permesso di eguagliare il record di Amadeo Amadei come calciatore più giovane (15 anni e 280 giorni) ad esordire nella massima serie. Con la squadra ligure sono state nove le presenze e tre reti, ma con le due realizzate alla Lazio (l’altra invece alla Roma) nel settembre 2017, lo hanno fanno diventare a 16 anni e 112 giorni, il più giovane calciatore a realizzare una doppietta in Serie A, superando il mitico Silvio Piola.
Il diciannovenne ha un fisico importante (188 cm x 78 kg), buona tecnica di base e bravo anche nel gioco aereo.

Le sue prestazioni, insieme alla sua giovane età non hanno lasciato indifferenti il club monegasco che nel gennaio 2018 lo acquista per la cifra di 25 milioni più bonus, però dopo poche settimane è costretto a fermarsi per problemi di pubalgia, ma purtroppo anche in queste ultime due stagioni (nel 2019-20 nessuna presenza) l’attaccante ha avuto parecchi problemi fisici che alla fine ne hanno bloccato la sua crescita che sembrava ben avviata.
Alla fine con il Monaco sono state solamente 15 le presenze con 4 reti e pensare che nel settembre 2018 il ct della Nazionale azzurra Roberto Mancini lo aveva convocato nemmeno maggiorenne, per le prime due sfide di Nations League contro Polonia e Portogallo, ma anche in quel caso un infortunio, gli ha fatto abbandonare il ritiro. Dopo aver militato nell’Under 15 e 16, con la rappresentativa Under 17 ha disputato l’Europeo di categoria, realizzando un gol.

Ora il talento di Pellegri nessuno lo mette in discussione, però il club scaligero dovrà eventualmente prima di prenderlo in prestito, vedere bene la sua integrità fisica, perchè 15 presenze in due stagioni e mezzo e soprattutto nessuna in quella attuale, che tra l’altro in Francia è finita in anticipo, non sono  di buon auspicio. Ovviamente il Monaco (contratto in scadenza nel 2022), deluso dal suo rendimento, mandandolo a giocare potrebbe rivalutarlo e si toglierebbe per una stagione il suo stipendio, per quanto riguarda l’attaccante, la piazza scaligera potrebbe essere quella giusta per rilanciarsi (infortuni permettendo) anche perchè molto probabilmente ritroverebbe il tecnico Ivan Juric, che lo fece esordire in Serie A e che ha molta stima per lui.

Pietro Pellegri, highlights

  •   
  •  
  •  
  •