Sarri, Juventus delusa e l’ombra di Guardiola dietro…

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Non c’è pace per Maurizio Sarri. Il tecnico toscano continua ad essere al centro delle critiche da parte dei tifosi, individuando nella sua persona il principale responsabile delle prestazioni altalenanti dei giocatori. Fin dal suo arrivo, Sarri non ha mai convinto pienamente l’ambiente bianconero, lasciando spesso dubbi sul suo lavoro, specialmente dopo le due finali perse in Supercoppa Italia e Coppa Italia. Ad aggravare la sua posizione ci sono state le ultime pessime prestazioni contro Milan, Atalanta e Sassuolo, dove la Vecchia Signora ha collezionato solamente 2 punti, perdendo tutte e tre le volte l’opportunità di chiudere il discorso Scudetto. Discorso che ora si è riaperto, visto che l’Atalanta di Gasperini è riuscita a portarsi a -7 dalla vetta. A disposizione ci sono gli ultimi 15 punti per permettere a Sarri di salvare la panchina e di portare la Juventus alla vittoria del nona Serie A di fila.

Leggi anche:  Le commoventi parole di Milik alla città e ai tifosi del Napoli: "Mi porto via un pezzo di voi" (VIDEO)

I cali di concentrazione delle ultime due partite stanno facendo perdere la pazienza alla dirigenza bianconera, con Andrea Agnelli che sarebbe profondamente deluso da Sarri, come riportato anche da Calciomercato.it. Per questo motivo il presidente della Juventus, secondo indiscrezioni, starebbe pensando di esonerare il tecnico ex Napoli e Chelsea durante la conclusione della stagione. Esonero che potrebbe già avvenire lunedì, nella sfida contro la Lazio. Infatti in caso di K.O. contro la formazione guidata da Simone Inzaghi, anche loro in crisi, la Juve solleverebbe dall’incarico Sarri. Qualora dovesse succedere l’imponderabile, La Juventus potrebbe affidare la panchina per le ultime giornate di campionato a Lamberto Zauli, tecnico della primavera, o addirittura sfruttare il carisma di Gianluigi Buffon e promuoverlo allenatore-giocatore fino alla fine della stagione.

Sarri, Paganini: “Si riapre la telenovelas Guardiola”

Tema principale in casa Juventus, quindi, è quello legato all’allenatore, con voci che insistono su un cambio in panchina. Ci sono moltissimi nomi che potrebbero sostituire Sarri, tra cui quello di Pep Guardiola, attuale tecnico del Manchester City. Da sempre lo spagnolo è il sogno di Andrea Agnelli che ha provato a realizzare prima di arrivare a Sarri. A farlo sapere è Paolo Paganini tramite il suo profilo Twitter: “Buongiorno. Al di là della telenovela Guardiola che provoca ancora stati d’ansia e che si riaprirà nel 2021, la situazione panchina Juventus va comunque seguita. Il crocevia resta il cammino Champions e il rapporto con lo spogliatoio a cominciare da Cr7

Leggi anche:  Dzeko-Fonseca, c'è la rottura. La Juve alla finestra

Di seguito il tweet del gironalista:

  •   
  •  
  •  
  •