Juve McKennie, terzo colpo in arrivo: 3,5 milioni allo Schalke 04 per il prestito, riscatto solo se…

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


JUVE MCKENNIE, RIVOLUZIONE A CENTROCAMPO PER PARATICI – La Juventus, nonostante abbia ancora diversi colpi da chiudere e da preparare (vedi un attaccante, un terzino e, magari, un’ala), è sicuramente molto attiva sul mercato. Arthur per 70 milioni (10 milioni più Pjanic, valutato 60), Kulusevski per 30 milioni ed ora un altro centrocampista, meno tecnico del brasiliano e meno “attaccante” dello svedese, ma pur sempre utile alla causa: si tratta di Weston McKennie, mezzala, americano, classe ’98, proveniente dai tedeschi dello Schalke 04 dove ha già disputato quasi 100 partite nonostante la giovane età. La squadra bianconera aveva l’obiettivo di svecchiare la rosa, e lo sta facendo in maniera egregia.

Juve McKennie, ora il centrocampo è composto da giovanotti

Per un Pjanic (classe ’90) che parte, c’è un Arthur (’97) che arriva. Matuidi (’87) è andato in America, e proprio dall’America arriva Weston McKennie (’98, come detto): la Juventus si sta ringiovanendo, e di molto, anche perché in rosa ci sono già Bentancur (’97), Rabiot (’95), De Ligt (’99), Demiral (’98), Pellegrini (’98), Romero (’98) e il neo arrivo Kulusevski (2000). 91 presenze e 5 gol con la maglia dello Schalke 04, di cui 3 solo nell’ultima Bundesliga, nella quale ha giocato 32 partite su 34: tanta esperienza già sulle spalle per il primo giocatore a stelle e strisce nella storia della Juventus. E’ un centrocampista di rottura, di contenimento, non è esattamente un mediano di spinta, anche se il suo score con la Nazione USA parla chiaro: 19 partite, 6 gol, non male per un mediano davanti alla difesa. Arriva dallo Schalke in prestito oneroso a 3,5 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 18 milioni che può diventare obbligo nel caso in cui raggiungesse il 60% delle presenze totali stagionali. Come a dire: “Se questo è forte, diventa nostro“. E Paratici sorride.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: