Inter, mercato bloccato dalle norme

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Per ora il mercato dell’Inter è bloccato. Dopo un inizio con il botto con l’acquisto di Hakimi e il riscatto di Sensi, la società nerazzurra si è dovuta fermare e no perché ci fosse il veto da parte di Conte su alcuni giocatori che seguiva Marotta, vedi Tonali e Kumbulla che erano praticamente nuovi giocatori dell’Inter o Allan. La causa che ha portato l’Inter a fermarsi è il governo cinese. Questi infatti ha stabilito che gli imprenditori cinesi non devono fare investimenti eccessivi in aree non strategiche per l’interesse e l’economia del paese e, oltre a questo, va aggiunta anche la situazione Covid-19 che ha causato una profonda crisi nei mercati internazionali, portando molte società a risparmiare e investire su giocatori a parametro zero.

Inter, mercato a rischio?

La direttiva del governo cinese, quindi, condiziona in maniera importante il mercato dell’Inter, impedendo al presidente Zhang di investire decine e decine di milioni per rinforzare la rosa, in quanto il calcio non è considerato in Cina come area strategica per gli interessi del paese. Ecco i motivi per cui Marotta e Conte hanno perso Tonali, passato al Milan, e Kumbulla che, quasi sicuramente, sarà un nuovo giocatore della Lazio. Quello che farà l’Inter sarà sicuramente un mercato al risparmio e con delle cessioni per fare cassa. La strategia di mercato che si va a delineare sarà quella dei “colpi a zero”, come ad esempio Vidal.

Purtroppo la proprietà nerazzurra dovrà seguire le direttive imposte dal governo cinese per non cadere in sanzioni. Lo stop degli investimenti si vanno ad unire anche le mancate entrate provenienti dai botteghini. Marotta e Ausilio lo scorso anno hanno speso tantissimo, 145 milioni, ma ne hanno incassati pure tanti, 115. Dunque perdite ridotte al minimo, che sono state poi azzerate o quasi dai risultati conseguiti. Dovrà fare lo stesso anche ora. In questo inizio di mercato, l’Inter ha già speso 65 milioni per Hakimi, proveniente dal Borussia Dortmund e il riscatto di Sensi, quindi prima di poter rinforzare la rosa dovrà cedere per fare cassa. Sicuramente andrà via Perisic, così come Nainggolan e Joao Mario, mentre si aspetta il colpo a zero Vidal.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: