Dybala, del rinnovo neanche l’ombra

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Mentre in casa Juve continua la rivoluzione iniziata con Andrea Pirlo in panchina, tiene banco la questione Dybala. Il giocatore argentino, arrivato alla Juventus nell’estate del 2015, sembra essere sempre più un caso, specialmente dopo la partita con la Lazio, in cui un suo errore è costato il pareggio della squadra biancoceleste all’ultimo minuto. Dybala nelle sue ultime uscite è parso turbato, incapace di illuminare come ha sempre fatto, e non è da escludere che oltre ad un fattore fisico e di minuti nelle gambe, ci possa essere anche la questione legata al rinnovo che tarda ad arrivare.

Arriverà il rinnovo di Dybala?

Una situazione di stallo che fa preoccupare i tifosi, da sempre legati alla Joya, specialmente da quando quest’ultimo ha mostrato un forte attaccamento alla maglia bianconera. La situazione è chiara: come riportato dalla Gazzetta dello Sport, l’entourage di Dybala è ferma sulla richiesta di rinnovo di 15 milioni di euro annui, con la società che è disposta ad arrivare ad un massimo di 10 milioni. Un braccio di forza tra le due parti che sembra non trovare soluzione, anche se Paratici ha sempre più volte dichiarato che non c’è fretta per il prolungamento del contratto del giovane argentino, inoltre Pirlo ha sempre affermato che Dybala si trova al centro del suo progetto. Insomma, ci sono rassicurazioni sul lato tenico e tattico, ora bisogna trovare un accordo che faccia felici tutti. Non è da escludere, però un possibile addio dell’argentino classe 1993 in caso in cui si prolungasse questa fase di stallo, con molte squadre pronte a fare follie per lui, tra cui il Real Madrid. Già nel 2019 è stato vicino all’addio alla Vecchia Signora, per approdare poi al Manchester United, ma la Joya più volte si è espresso in favore di una sua permanenza in bianconero. Chissà che ora non sarà nuovamente così, con Dybala pronto a restare alla coorte della Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, Ronaldo in lizza per il premio Giocatore del secolo