Cristiano Ronaldo resta alla Juventus, ecco i dettagli

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Cristiano Ronaldo
Croce e delizia di questa Juventus, Cristiano Ronaldo è il trascinatore dei bianconeri in questa stagione. Per ora sono 27 le reti del portoghese che hanno mantenuto a galla la squadra di Pirlo, in una stagione deludente. Il numero 7, in questo momento, continua a far parlare di sé anche per il suo futuro. C’è ancora incertezza su quale sarà il suo destino, ma le ultime notizie riportano di una sua possibile permanenza ancora per un anno a Torino, però con un dettaglio non trascurabile.

Cristiano Ronaldo, permanenza in bianconero in caso di qualificazione in CL

La Juventus, nonostante la stagione volga a termine, ha ancora molti dubbi da sciogliere. Tra questi c’è il suo futuro in Champions League e quello di CR7. Inevitabilmente questi due sono intrecciati e delineeranno la strada per la prossima annata. Con la Serie A già vinta dall’Inter dell’ex Conte, i bianconeri hanno le ultime quattro partite per giocarsi il futuro in Europa. Futuro ancora incerto, con Milan, Napoli e Lazio anche loro in corsa per un posto nella massima competizione. Da questo si deciderà anche il futuro di Cristiano Ronaldo che in caso di mancata qualificazione lascerà la Juventus.

Leggi anche:  Il Milan risponde allo sgarbo Calhanoglu: pronto un ex neroazzurro!

Ecco quindi che una possibile riconferma nella Coppa dalle grandi orecchie assume un sapore diverso. CR7 sembra intenzionato ad onorare il suo contratto per ancora una stagione, restando in bianconero. Come riportato anche da Calciomercato.com, infatti, il suo agende Jorge Mendes non avrebbe trovato una sistemazione per il numero 7 portoghese. Non ci sono al momento club capaci di poter pagare lo stipendio percepito da Ronaldo, dall’altra parte la dirigenza juventina non vorrebbe subire una minusvalenza di 30 mln sul suo cartellino.

La conclusione alla quale si è arrivati, quindi, è restare ancora un altro anno in bianconero, con una qualificazione Champions, e con la dirigenza pronta a regalargli una squadra all’altezza, specialmente in campo europeo.

  •   
  •  
  •  
  •