Musso vuole l’Inter e l’Inter vuole Musso. Ma i soldi ci sono?

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco Segui


Sicuramente subire 5 gol contro una squadra, per un portiere, non è mai bello. Figurarsi se ti chiami Juan Musso e giochi contro l’Inter, società che vorrebbe farti il nuovo numero 1 della propria squadra. Il campionato di serie A si è chiuso con un Inter-Udinese che aveva davvero poco da dire: Inter campione d’Italia, Udinese salvo. E proprio oggi Juan potrebbe aver affrontato la sua squadra del futuro. Da ormai mesi la squadra di Conte è sulle tracce del portiere argentino, che non disdegna l’interesse della società neroazzurra.

Musso e l’Inter, per l’ultima volta da avversari?

Dopo aver toccato quota 100 presenze con l’Udinese, per il portierone argentino sembrerebbe essere al capolinea la sua avventura coi bianconeri. Arrivato nel 2018 dal Racing de Avellaneda (squadra da cui proviene Lautaro Martinez, suo grande amico) per 3,8 milioni di euro, Juan si è sempre contraddistinto per le sue ottime prestazioni che hanno attirato su di lui gli occhi di mezza serie A. La Roma qualche mese fa sembrava aver chiuso l’affare, il Milan per un eventuale successore di Gigio Donnarumma e infine la società neroazzurra. La squadra di Conte è alla ricerca di un numero uno e Juan sarebbe apprezzato moltissimo dalla società.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: quale sarà il futuro di Stefano Sensi?

Costi elevati

La valutazione del portiere argentino si aggira sui 20 milioni, con la possibilità di scatenare un’asta (dalla Germania indiscrezioni vedrebbero il Dortmund pronto a inserirsi). Che sarebbe esattamente ciò che spera l’Udinese. La squadra di Pozzo, nel frattempo, si è tutelata proprio con un portiere attualmente fra le file neroazzurre: Daniele Padelli. Pronto già un biennale per l’ormai ex neroazzurro, oggi alla prima presenza in campionato. Dal canto suo la società di Zhang non naviga in buone acque e i 20 milioni chiesti da Pozzo sarebbero ritenuti eccessivi dai neroazzurri. Possibile l’inserimento di qualche contropartita tecnica (il prestito di Pinamonti?) per abbassare i costi dell’affare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,