Cristiano Ronaldo-United, rapporto al capolinea: i possibili scenari

Pubblicato il autore: Mattia Passariello

Cristiano Ronaldo-United, passo d’addio. La scottante intervista che l’attaccante portoghese ha rilasciato al giornalista inglese Piers Morgan ha segnato il punto di non ritorno nel rapporto tra il giocatore e i Red Devils, che hanno già fatto sapere tramite comunicato di aver iniziato a “rispondere” alle dichiarazioni del numero 7. Una risposta che, con ogni probabilità, si tradurrà nella rescissione unilaterale del contratto con tanto di multa e faraonica richiesta di danni. Gli stracci, insomma, voleranno anche per vie legali.

Cristiano Ronaldo-United: c’eravamo tanto amati…

Un finale davvero triste, specie se si considerano i fasti della prima era di Ronaldo al Manchester United all’epoca allenato da Sir Alex Ferguson, una sorta di padre spirituale per il fuoriclasse di Madeira. Un idillio di tanti trofei culminato con la Champions League, l’ultima fin qui vinta dal club, conquistata nel 2008.

Leggi anche:  Marek Hamšík ritorno al Napoli per vincere lo scudetto? De Matteis: "Sarebbe meritatissimo"

Il ritorno a casa è stato, invece, completamente diverso. Una serie di incomprensioni tra il giocatore e il club che si sono intensificate nella stagione in corso. E che sono sfociate in una serie di atteggiamenti rabbiosi da parte di CR7. L’abbandono anticipato dello stadio durante l’amichevole contro il Rayo Vallecano, il rifiuto di entrare in campo negli ultimi minuti di partita in campionato contro il Tottenham. E infine l’intervista della discordia, colma di attacchi alla gestione del club, all’allenatore Erik Ten Hag e a varie personalità presenti o passate legate allo United.

Un’escalation che a questo punto la società non potrà più ignorare. Ma anche Ronaldo, dal canto suo, è ben consapevole di aver fatto terra bruciata intorno a sé a Carrington e dintorni. Tanto che, come nell’estate scorsa, il lusitano si è già attivato nel cercare una nuova sistemazione. Bayern Monaco, Inter, Paris Saint-Germain le opzioni sondate. Il toto-Ronaldo, insomma, è già partito: per alcuni sarà più interessante persino del Mondiale.

  •   
  •  
  •  
  •