Strade Bianche 2017: percorso, start list, diretta tv e streaming

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui
Strade Bianche

Una suggestiva immagine delle Strade Bianche

Tornano le Strade Bianche: la Classica del Nord più a sud d’Europa, organizzata RCS, in occasione della sua undicesima edizione entra a far parte da quest’anno del circuito World Tour e questo weekend proporrà agli appassionati di ciclismo un programma fitto per professionisti ed amatori.
La gara (che si corre dal 2007, quando si chiamava Monte Paschi Eroica) si disputerà nel tradizionale percorso con tratti di sterrato (da qui il nome) che incrocia i territori della provincia di Siena e della campagna toscana, ricchi di storia e fascino. Donne e uomini competeranno sabato 4 marzo, mentre gli amatori si metteranno alla prova domenica 5 con la Gran Fondo: special guest il vincitore uscente delle Strade Bianche, Fabian Cancellara.

Strade Bianche: i percorsi

World Tour Uomini. I pro uomini gareggeranno su un percorso di 175 km dal rilievo mosso, composto da un totale di quasi 62 km di sterrato suddivisi in 11 settori e caratterizzato da asperità insidiose che compensano l’assenza di grandi salite impegnative.
Partenza fissata per la seconda volta nella storia delle Strade Bianche nella città di Siena, e precisamente dal Piazzale della Libertà presso la Fortezza Medicea: i corridori partiranno da qui alle ore 11 e affronteranno un percorso abbastanza ondulato per poi affrontare al km 11 il primo settore sterrato; all’altezza del secondo settore intorno al km 17 arriva il primo strappo di giornata con  pendenze medie del 10%, se non oltre.
Superato in seguito il terzo e il quarto settore di Radi e dopo Vescovado (presenti sin dalla prima edizione delle Strade Bianche, come fa notare il Garibaldi della corsa), poco impegnativi dal punto di vista altimetrico ma comunque frastagliati e sterrati, i ciclisti dovranno vedersela con il secondo strappo di giornata, la salita di  Montalcino: 4 km asfaltati e pendenze medie del 5%.
Una volta scollinata l’asperità ci ritroveremo oltre il km 60 e arriverà quindi il momento di altri due settori sterrati che corrono lungo 20 nervosi km caratterizzati da tratti mangia e bevi e la zona rifornimento di Ponte d’Arbia (tra il km 94 e 97).
Possibile sia già avvenuta una selezione in corsa, ma non è ancora finita: al km 121 inizia lo sterrato più lungo (11, 5 km) ed impegnativo del Strade Bianche 2017, quello di Monte Sante Marie. Siamo all’ottavo settore su undici: superata questa insidia, i corridori passati indenni da questa ulteriore selezione affronteranno quindi gli ultimi km con i tre settori rimasti in un percorso nervoso ed ondulato: alla fine dell’ultimo sterrato, a 12 km dall’arrivo, i ciclisti dovranno fare un ultimo sforzo nella ripida e secca salita delle Tolfe (uno strappo con pendenza media di 11% ma tratti che toccano il 18%, da muro del Nord).
E’ l’ultima insidia prima di percorrere i km finali che separano i ciclisti dall’arrivo (previsto per le 15.30) posto a Siena, nella pittoresca Piazza del Campo: non prima di aver affrontato però l’ultimo strappo, con i 400 metri lastricati all’interno dell’ultimo chilometro con pendenze che toccano il 16% e le curve finali.

Leggi anche:  Discussione Nibali-Ciccone, la spiegazione dello Squalo

Donne Elite. Le donne partiranno alle 9.30 per intraprendere un percorso lungo 127 km. Saranno 8 i settori sterrati, alcuni condivisi con quelli affrontati dai colleghi uomini, così come è condivisa la partenza da Piazzale della Libertà a Siena. Prima difficoltà altimetrica dopo il km 17 con uno strappo caratterizzato da pendenze anche oltre il 10%; dopo il rifornimento di Ponte d’Arbia e superato il km 58 sarà la volta del tratto sterrato più lungo delle Strade Bianche Women Elite, di 9,5 km. Dopodiché il finale è lo stesso degli uomini, con le insidie di Monteaperti, Colle Pinzuto (fino al 15% di pendenze) e la salita delle Tolfe prima del gran finale in Piazza del Campo.

Gran Fondo Strade Bianche. Il percorso per amatori corre per un totale di 129,8 km, con un dislivello totale pari a 1350 metri e coincide con quello intrapreso dalle Donne Elite. Partenza domenica mattina alle 9.

Leggi anche:  Cassani su Nibali: "È andato meglio rispetto al Giro"

Strade Bianche: la Startlist (Uomini e Donne)

Fabian Cancellara trionfa (per la terza volta) all’ultima edizione delle Strade Bianche (c) Tim De Waele

Saranno 18 le squadre con licenza World Tour e 3 wild card tutte italiane che si troveranno al via sabato 5 marzo per l’undicesima edizione delle Strade Bianche: tra di esse, l’Astana capitanata da Fabio Aru e la Bahrain – Merida di Vincenzo Nibali. Sarà la seconda volta che i due compagni di squadra si ritroveranno nella stessa competizione dopo l’Abu Dhabi Tour.
Nella squadra del corridore sardo ci sarà anche il trionfatore dell’edizione del 2013 Moreno Moser, al primo anno in Astana,  oltre a (tra gli altri) Oscar Gatto e Andrey Grivko, mentre il messinese avrà dalla sua corridori come Manuele Boaro, Kanstantsin Siutsou e Giovanni Visconti. Curiosità: Nibali ha deciso proprio dopo la conclusione dell’Abu Dhabi Tour di disputare la corsa senese.
Tra gli altri corridori segnaliamo il campione olimpico di Rio 2016 e contestato vincitore per il secondo anno consecutivo della Omloop Het Nieuwsblad, il belga Greg Van Avermaet per la BMC, dato per favorito assieme all’altro corridore su cui si concentrano i pronostici di vittoria per questa Strade Bianche, il due volte campione del mondo e fresco di contratto con la Bora Hansgrohe, Peter Sagan.
Fari puntati anche su un altro squadrone come la Quick Step Floors che però, notizia delle ultime ore, rischia la chiusura per la fuga dello sponsor principale: potrebbe essere forse l’ultimo anno del team belga che ha raccolto negli anni tante vittorie di peso sul campo. In attesa di sviluppi, la squadra del patron Lefevere schiera un altro favorito per la conquista delle Strade Bianche, ovvero il ceco Zdenek Stybar e con lui uno squadrone di tutto rispetto composto da Gianluca Brambilla, Bob Jungels, Maximiliano Richeze, Matteo Trentin e Julien Vermote.
Tanti altri nomi che animeranno la corsa senese, come Edvald Boasson Hagen e Daniel Teklehaimanot per il Team Dimension Data, Enrico Battaglin e Juan Jose Lobato per la Lotto NL Jumbo, Diego Rosa che capitanerà il Team Sky, Eugenio Alafaci e Fabio Felline per la Trek – Segafredo, il recente trionfatore ad Abu Dhabi Rui Costa e Sacha Modolo dell’UAE Abu Dhabi, Roman Kreuziger e Luke Durbridge della Orica – Scott, Andrey Amador e Carlos Betancur per la Movistar, Thibaut Pinot per la FDJ, Rigoberto Uran per la Cannondale – Drapac e Jan Bakelants per la AG2R La Mondiale.
Start list sontuosa anche per le donne impegnate nella Strade Bianche: da sottolineare lo squadrone della Boels Dolmasn che può vantare tra le proprie file la vincitrice uscente Lizzie Deignan, la trionfatrice nel 2015 Megan Guarnier, la campionessa del mondo Amelie Dideriksene e la campionessa olimpica Anna van der Breggen. Tra le altre partecipanti, citiamo l’inossidabile Marianne Vos (WM3) e la nostra Elisa Longo Borghini (Wiggle High5).

Leggi anche:  Fabio Aru rinuncia al Tour de France. Le motivazioni

Strade Bianche: programmazione tv e web

La gara del 4 marzo sarà trasmessa in diretta su Rai Sport dalle 13.40 ed Eurosport dalle 14. Streaming nei rispettivi siti delle emittenti.

  •   
  •  
  •  
  •