Ciclismo, Gp Samyn: vittoria di Terpstra su Gilbert e Gaudin

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


L’olandese Niki Terpstra (Quick-Step Floors) si è aggiudicato l’edizione numero 50 del Gp Samyn, competizione d’apertura della Napoleon Cup, la Coppa belga di ciclismo su strada, equivalente della nostra Ciclismo Cup. Gara dedicata alla memoria del corridore francese Josè Samyn, primo vincitore della competizione, deceduto  in seguito a una caduta in una gara. Al secondo posto si è piazzato il suo compagno di squadra, il belga Philippe Gilbert. Terzo il francese Damien Gaudin, della Direct Energie.

LA GARA – Il percorso è di 200 km, e si snoda interamente nella regione belga della Vallonia: partenza dalla città di Quaregnon, con primi 100 km in linea, ben poco impegnativi e sostanzialmente pianeggianti, e un circuito finale di 25 km da ripetere 4 volte (ben più impegnativo, con tratti in pavè, alcune cotes e un andamento molto tortuoso che richiede un continuo rilancio dell’andatura) nella zona di Dour, località sede d’arrivo.
La corsa entra nel vivo a 70 km dall’arrivo, quando in seguito a un attacco di squadra della Quick-Step Floors si ritrovano davanti in 5: Terpstra, Gilbert, Gaudin, il belga Van Der Sande (Lotto-Soudal) e il lussemburghese Kirsch (Aqua Protect Veranclassic). Il gruppetto di testa procede compatto e di comune accordo fino ai 27 km dal traguardo, poco prima dell’inizio dell’ultimo giro, quando sul penultimo passaggio sul tratto in pavè di Rue de Belle Vue, perdono contatto Van Der Sande e Kirsch. A contendersi il successo restano quindi in 3. Potendo contare sulla superiorità numerica, il duo Quick-Step ai 16 dall’arrivo prova una doppia mossa per scalfire la resistenza di Gaudin: prova prima ad allungare Gilbert, ripreso dal portacolori della Direct Energie, e poi Terpstra, che riesce invece a piazzare l’ allungo decisivo.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

L’olandese può contare anche sulla collaborazione del compagno di squadra, che ovviamente non aiuta minimamente Gaudin nel tentativo di inseguimento, limitandosi a restare a ruota del rivale.
A 3 km dal traguardo, sullo stesso tratto in pavè risultato fatale al giro precedente a Van Der Sande e Kirsch, Glibert stacca Gaudin per andare a prendersi il secondo posto e suggellare il trionfo Quick_Step. I tre concludono in queste posizioni, mentre più indietro il quarto posto viene conquistato dal francese Petit (Direct Energie), che batte in volata il lituano Bagdonas (AG2R La Mondiale) e Kirsch. Petit e Bagdonas erano fuoriusciti dal gruppo a 33 km dall’arrivo, insieme al vincitore della passata edizione della corsa, il belga della Wanty-Groupe Gobert Van Keirsbulck (poi staccatosi) nel vano tentativo di ricongiungersi col gruppo di testa.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

ORDINE D’ARRIVO GP SAMYN 2018 – 1. Niki Terpstra (OLA-Quick-Step Floors); 2.Philippe Gilbert (BEL-Quick-Step Floors); 3. Damien Gaudin (FRA-Direct Energie); 4. Adrien Petit (FRA-Direct Energie); 5. Gediminas Bagdonas (LTU-AG2R La Mondiale); 6. Alex Kirsch (Aqua Protect Veranclassic); 7. Benoit Jarrier (FRA-Fortuneo Samisc); 8. Nico Denz (GER-AG2R La Mondiale); 9. Frederik Backaert (BEl-Wanty Groupe Gobert); 10. Alexandre Pichot (FRA-Direct Energie).

 

  •   
  •  
  •  
  •