Favoriti Dubai Tour 2018: i migliori sprinter del pianeta nella startlist. Prima uscita stagionale per Nibali

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui


Partirà il 6 febbraio il Dubai Tour 2018, quinta edizione della mini corsa di cinque tappe che si dipaneranno lungo 851 chilometri totali attraversando sei Emirati. La gara, organizzata da RCS Sport, nella sua breve storia è stata quasi sempre appannaggio dei velocisti puri, se escludiamo il primo vincitore del Giro di Dubai, ovvero Taylor Phinney nel  2014. E anche quest’anno il percorso sarà tagliato su misura per gli sprinter, con quattro tappe su cinque adatte a loro e una che prevede invece due salite con pendenza massima a doppia cifra nonché un muro sul finale, verso la Diga di Hatta, che raggiunge il 17%.
Nona caso quindi la start list si fregia del meglio degli uomini su ruote veloci in attività, per alcuni dei quali il Dubai Tour 2018 rappresenta la prima uscita stagionale.

Favoriti Dubai Tour 2018: Marcel Kittel in cerca del triplete


Saranno 112 i corridori totali al via dalla prima tappa del 6 febbraio sullo sfondo dello Skydive di Dubai, che vestiranno le maglie di 16 team che includono nove del World Tour, cinque Professional Continental e le due wild card del team Continental Mitchelton-BikeExchange e la selezione nazionale degli Emirati Arabi.
Non poteva mancare Marcel Kittel, in cerca del triplo sigillo consecutivo al Dubai Tour 2018. Già vincitore nel 2016 e nel 2017, lo sprinter tedesco sarà protagonista di un doppio debutto: non solo si tratta della sua prima uscita stagionale, ma sarà la prima volta che si presenta alle corse con la maglia della Katusha-Alpecin, il team che lo ha accolto dopo i due anni passati alla Quick Step (che ha preferito puntare per gli sprint sul talento in crescita di Fernando Gaviria, soprattutto in ottica Tour nonostante le cinque vittorie di tappa del tedesco nel 2017).
In una intervista rilasciata lo scorso dicembre alla rivista ProCycling, Kittel si è detto che certo che se si trova al top della convinzione può riuscire a battere chiunque, ed ha aggiunto che non teme la concorrenza degli altri velocisti, seppure riconosce che ci siano molti colleghi di grande talento che animeranno in futuro una battaglia all’ultimo sprint nelle varie corse.
Ed in effetti viviamo in un momento storico del ciclismo in cui gli uomini veloci abbondano per quantità e qualità, e la RCS Sport non si è lasciata sfuggire l’opportunità di avere alcuni di essi per il Dubai Tour 2018.
Escludendo il già citato Gaviria, non mancheranno infatti veterani come Mark Cavendish (Team Dimension Data), che cerca di riscattare un 2017 da cancellare, tra la mononucleosi e il famigerato infortunio patito scontrandosi con Sagan al Tour. L’ex campione del Mondo manca una vittoria allo sprint dalla tappa dell’Abu Dhabi Tour 2017 e cercherà quindi di cancellare la stagione precedente incominciando al meglio l’anno, magari centrando la doppietta al Dubai Tour dopo la vittoria nel 2015.

Atteso Alexander Kristoff, che farà partire da Dubai la sua campagna del Grand Tour di febbraio, per preparasi al meglio in vista delle Classiche di Primavera. Accanto a lui Consonni e Ganna

Il campione europeo Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) è un altro corridore in pole per essere estremamente competitivo nella gara emiratina. Il norvegese debutterà anch’esso con una nuova maglia dopo l’avventura nella Katusha dove adesso milita Kittel, e la corsa in Dubai farà parte di trittico a cui seguiranno le altre gare in Medio Oriente, ovvero il Tour of Oman (dal 13 al 18 febbraio) e l’Abu Dhabi Tour (dal 20 al 25). Questo Grand Tour di Febbraio è stato pianificato per fornire a Kristoff la migliore preparazione in vista delle Classiche di primavera: al suo fianco avrà due giovani talenti italiani fiore all’occhiello della squadra di Saronni, ovvero il velocista Simone Consonni e Filippo Ganna, già distintosi alla grande alla Vuelta di San Juan di inizio anno.
A proposito di giovani talenti, la Wilier Triestina-Selle Italia schiererà Jakub Mareczko, atteso al grande salto di qualità in questa stagione ben iniziata grazie a due vittorie in altrettanti sprint della Sharjah Tour 2018, altra gara mediorientale.
Anche Elia Viviani, fresco di contratto con la Quick Step Floors, sarà della partita: questo 2018 lo ha visto vincere allo sprint nella terza tappa del Tour Down Under, nonché firmare una splendida rimonta alla Cadel Evans Great Ocean Road Race dietro al vincitore Jay McCarthy.
Presenti anche due sprinter in cerca di un nuovo inizio dopo un periodo in chiaroscuro. Uno è John Degenkolb (Trek-Segafredo) che spera di lasciarsi alle spalle un 2017 tremendo. Già sul podio in due edizioni del Dubai Tour, il passionale tedesco in passato ha saputo imporsi sia negli sprint canonici che nelle Classiche, e forte del suo ottimismo non vede l’ora di misurarsi anch’esso con i velocisti più forti del pianeta.
Altro corridore in cerca di riscatto è il francese Nacer Bouhanni (Cofidis), pure lui al debutto stagionale: il Dubai Tour 2018 sarà la sua occasione per lasciarsi alle spalle un 2017 da cancellare e rilanciare così la sua carriera, magari centrando una vittoria importante al Tour o in una Classica come la Milano Sanremo, e replicando quel 2014 dove firmò delle grandi vittorie di tappa al Giro e alla Vuelta.
Citiamo inoltre l’olandese (che porta in squadra il numero 14 in onore di Johan Cruijff) Dylan Groenewegen (Lotto NL-Jumbo), trionfatore nell’ultima tappa del Tour 2017 e deciso anch’esso a fare un salto di qualità per dimostrare di non essere stato soltanto uno dei corridori rivelazione dell’anno scorso.
Infine, tra tutti questi sprinter spicca nella start list anche il nome di Vincenzo Nibali. Avrebbe dovuto debuttare alla Vuelta San Juan ma una infezione intestinale ha rinviato il suo rientro alle corse per il Dubai Tour 2018. Il messinese, che quest’anno sarà presente per la prima volta della sua carriera al Giro delle Fiandre, è l’unico corridore da grandi giri presente al via della gara emiratina assieme a Nicolas Roche (BMC Racing).

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

Questi i team al via del Dubai Tour 2018: Astana, Bahrain-Merida, BMC, Quick-Step Floors, Dimension Data, Katusha-Alpecin, Lotto NL-Jumbo, Trek-Segafredo, UAE Team Emirates, Aqua Blue Sport, Cofidis, Rally Cycling, Team Novo Nordisk e la Wilier-Selle Italia.

  •   
  •  
  •  
  •