Mondiali Ciclismo su pista 2018: l’Olanda parte alla grande

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Ha avuto inizio oggi, presso il velodromo Omnisport di Apeldoorn (Olanda) l’edizione 2018 dei Campionati Mondiali di ciclismo su pista. Nel corso della prima giornata di gare l’Olanda, padrona di casa, è stata grande protagonista, cogliendo due medaglie d’oro sulle tre in palio nella giornata inaugurale di gare.

C’era grande attesa per la nostra Rachele Barbieri, campionessa del mondo uscente, nella prova dello scratch femminile, gara in linea di 10 km, disputata sulla distanza dei 40 giri. L’azzurra, invece, ha dimostrato una scarsa condizione, non entrando praticamente mai nella lotta per le medaglie, e chiudendo solamente al posto. La medaglia d’oro è andata all’olandese Kirsten Wild, che ha staccato di ruota le avversarie a 7 giri dal termine, subito dopo aver sventato un attacco dell’irlandese Gurley e dell’austriaca Eberhardt, involandosi verso la vittoria. Medagla d’argento alla belga Jolien D’Hoore, bronzo alla danese Amalie Dideriksen.
Nella velocità a squadre femminile la medaglia d’oro è andata alla Germania (Kristina Vogel, Miriam Welte) che con il tempo di 32”605 ha battuto nella finale per l’oro la coppia olandese (Shanne Braspenninckx,Kyra Lamberink), che ha fermato i cronometri sul 33”124. Bronzo alla Russia (Anastasiia Voinova, Daria Shmeleva) che in 32”990 ha avuto la meglio sulla Cina (Zong Tianshi, Song Chaorui) nella finalina per il bronzo. La coppia azzurra, formata da Miriam Vece ed Elena Bissolati, ha chiuso al 10° posto, uscendo già nelle qualificazioni, con il tempo di 34”373.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

Il pubblico olandese ha avuto modo di esultare nuovamente nella velocità a squadre maschile, grazie alla medaglia d’oro ottenuta dal terzetto di casa (Jeffrey Hoogland, Harrie Lavreysen,Niels Van Thoenderdaal),  che con il tempo di 42”727 hanno battuto in finale la Gran Bretagna (Jason Kenny, Ryan Owens, Jack Carlin), autrice di un 43”231. Bronzo, in 43”373, alla Francia (Quentin Lafargue, Sebastien Vigier, Francois Pervis) ai danni della Russia (Aleksandr Dubchenko, Pavel Yakushevskiy, Alexandr Sharapov), che ha chiuso in 43”584.
Si è svolto anche il primo turno dell’inseguimento a squadre maschile, dove il nostro quartetto si presentava con grandi aspettative: gli azzurri (Filippo Ganna, Simone Consonni, Francesco Lamon e Liam Bertazzo), malgrado una grande prova che li ha portati a realizzare il record italiano in 3’54”904, si sono dovuti arrendere, nella batteria decisiva per accedere alla finale per la medaglia d’oro, alla Danimarca, dovendosi accontentare della finalina per il bronzo, che li vedrà opposti alla Germania. Nella finale per la medaglia d’oro, i danesi se la vedranno con la Gran Bretagna. Le medaglie per questa specialità verranno assegnate nella giornata di domani.

Leggi anche:  Giro d'Italia 2021, la Sicilia conferma le sue tappe

Sarà possibile seguire in tv la seconda giornata di gare dei Mondiali di ciclismo su pista 2018 domani, con diretta su Eurosport 2 alle 18:30, e in differita su Rai Sport +  a partire dalle 00:20.

  •   
  •  
  •  
  •