Milano-Sanremo, il morso dello Squalo Nibali interrompe il digiuno di vittorie azzurre

Pubblicato il autore: Luigi Lencioni Segui

Lo squalo ha lasciato il segno, un morso letale da campione . Con un’ azione da ciclista moderno, di fantasia si aggiudica l’ edizione 2018 della Milano Sanremo classica di primavera per eccellenza. Era dai tempi di Pozzato  che la corsa non diventava territorio di conquista italiano.
Il corridore siciliano della Barahain ha effettuato un’ azione sul Poggio di puro talento, dopo oltre sette ore di corsa  le piu’ delle quali sotto una pioggia battente. Solo i campioni e chi ha fondo può permettersi di trionfare! Ed in che modo, attacco deciso, discesa da brivido anticipando gli altri velocisti e favoriti, che hanno pagato l’ esitazione .
Alla fine sembrava che il sogno doveva esaurirsi per il rinvenire del gruppo. Gli ultimi 100 metri sono stati una dolce sofferenza. Una vittoria di sofferenza e talento, improvvisazione che mette ancora di più Nibali fra i più grandi.
Basti pensare che non sembrava essere brillantissimo alla vigilia, ma quando la corsa si fa’ dura il siciliano c’ e’ sempre.
Una stagione iniziata benissimo che potrebbe portare altri successi, dopo le tante critiche subite con una stagione, la precedente che tutti , anche lo stesso corridore si aspettavano migliore. Il giorno del riscatto e’ arrivato, ancora più bello se inaspettato. La Milano Sanremo torna a parlare italiano, solo i grandissimi possono vantarsi di averla vinta. Il morso dello squalo e’ stato perfetto, preciso, andiamoci in piedi e applaudono il nostro campione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Giro d'Italia 2021, le indiscrezioni sul percorso