Parigi-Nizza: Cousin vince d’astuzia la quinta tappa

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Jerome Cousin (Direct Energie) ha vinto la quinta tappa della Parigi-Nizza, la Salon-de-Provence/Sisteron. Al termine dei 165 km di corsa, il francese ha battuto in volata il suo compagno di fuga Nils Politt, tedesco della Katusha-Alpecin. I due, in fuga fin dalla partenza, sono riusciti a resistere al ritorno del gruppo, giunto a 4” di ritardo, col tedesco Andrè Greipel (Lotto Soudal) che si è imposto nella volata dei battuti. La maglia gialla di leader della classifica generale resta sulle spalle dello spagnolo Luis Leon Sanchez (Astana).

Come detto, i due protagonisti della tappa si sono avvantaggiati fin dalla partenza insieme ad altri 2 uomini, anch’essi francesi: Nicolas Edet della Cofidis e Julien El Fares della Delko Marseille Provence. I quattro nella prima parte di tappa possono tranquillamente allungare, col gruppo che non reagisce, arrivando ad avere un vantaggio massimo di 5’20”.
Il gruppo comincia il vero e proprio inseguimento nella lunga discesa successiva al terzo GPM di giornata, il Col du Negron, un terza categoria posto a 1242 mt di altitudine. I quattro al comando, però, procedono di comune accordo e agevolati anche dal percorso in discesa, riescono a contenere il ritorno del gruppo, che riduce il ritardo in maniera molto limitata. Al primo passaggio sulla linea del traguardo, quando ha inizio il circuito finale di 19 km, il loro vantaggio è ancora di circa 2 minuti.
Subito dopo cominciano le schermaglie per la vittoria di tappa. A 16 km dall’arrivo, Politt allunga sui 3 compagni di fuga, imboccando da solo l’ultima asperità di giornata, il GPM di Cote de la Marquise (un terza categoria di 1,3 km di lunghezza con pendenza media del 6,4%). Cousin, però, nel corso dell’ascesa riesce a riportarsi sul tedesco, e i due transitano insieme in vetta. Il francese, transitato per primo, essendosi già aggiudicato i primi 3 GPM di giornata, vestirà a fine tappa la maglia a pois di leader della classfica degli scalatori.
Negli ultimi km, nel duo di testa comincia a mancare l’accordo: Politt, ancora alla ricerca del primo successo da professionista, spinge al massimo, mentre Cousin comincia a saltare i cambi, dando quasi l’impressione di non averne più. Il corridore della Katusha-Alpecin riprende più volte l’avversario per questo atteggiamento, che rischia di compromettere la lunga fuga dei due. A 2 km dal traguardo Politt cerca di andarsene, ma il suo attacco viene prontamente rintuzzato dal rivale.
Si arriva così allo sprint tra i due, con Politt che parte troppo lungo e viene inesorabilmente saltato dal rivale, che vince praticamente per distacco. Dopo il traguardo, Cousin rivelerà candidamente che il suo atteggiamento negli ultimi km di tappa era una trappola per l’avversario:”Quando ho ripreso Politt prima dell’ultimo GPM, gli ho chiesto di lasciarmi i punti per rafforzare la mia maglia a pois. Negli ultimi km non ho collaborato per lasciargli credere che ero già soddisfatto di quanto ottenuto e che ero disposto a cedergli il successo di tappa, ma in realtà avevo già deciso di giocarmi tutto allo sprint finale.” Insomma una mossa magari non molto sportiva, ma decisamente astuta, in cui il corridore tedesco non si è decisamente distinto per intelligenza strategica, al contrario del rivale.
Dietro, come già detto, il gruppo è giunto a pochi secondi dai due, e ad imporsi nella volata per i piazzamenti è stato Greipel.

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

Domani la sesta tappa porterà i corridori da Sisteron a Vence. Frazione di 198 km, con 4 GPM posti tutti nella seconda metà del percorso, dei quali tre di seconda categoria e l’ultimo di prima (la Cote de la Colle sur Loup) posto a pochi km dal trauardo. Può essere il trampolino di lancio ideale per chi vuole attaccare la maglia gialla di Sanchez, e guadagnare terreno in classifica. Diretta tv grazie alla pay tv Eurosport 1 a partire dalle 15:15. Differita in chiaro su Rai Sport + alle 19:00.

CLASSIFICA SESTA TAPPA – 1. J.Cousin (FRA-Direct Energie) in 3h57’25”; 2. N.Politt (GER-Katusha Alpecin) +2”; 3. A.Greipel (GER-Lotto Soudal) +4”; 4. M.C.Nielsen (DAN-Astana) s.t.; 5. A.Kristoff (NOR-UAE Team Emirates) s.t.; 6. C.Laporte (FRA-Cofidis) s.t.; 7. M.Trentin (ITA-Mitchelton Scott) s.t.; 8. M.Teunissen (OLA-Sunweb) s.t.; 9. M.Breschel (DAN-Education First) s.t.; 10. K.De Kort (OLA-Trek Segafredo) s.t.

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

CLASSIFICA GENERALE – 1. L.L.Sanchez in 17h45’26”; 2. W.Poels +15”; 3. J.Alaphilippe +26”; 4. M.Soler s.t.; 5. G.Izagirre +34”; 6. F.Grosschartner +35”; 7. J.Izagirre +42”; 8. T.Wellens s.t.; 9. S.L.Henao +48”; 10. J.E.Chaves s.t.

  •   
  •  
  •  
  •