Tirreno-Adriatico: Damiano Caruso primo leader

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Ha preso il via da Lido di Camaiore la Tirreno-Adriatico 2018, corsa a tappe molto attesa, visto la grande parata di stelle tra i partenti. La prima tappa, una cronometro a squadre di 21,5 km, con partenza e arrivo nella località della Versilia, è andata alla BMC. La squadra statunitense ha chiuso la sua prova col tempo di 22’19”. Seconda la Mitchelton-Scott, staccata di 4”, terzo il Team Sky, che ha accusato 9” di ritardo sul traguardo. La prima maglia azzurra di leader della classifica generale è andata al siciliano Damiano Caruso, primo corridore BMC a transitare sulla linea del traguardo.

La corsa è stata inizialmente alterata dal forte vento laterale, che è andato via via scemando nel corso della frazione, incidendo sopratutto nella seconda parte del percorso. Il Team Sky, partito per secondo, è stato sicuramente penalizzato da questo fattore, dato che all’intermedio posto a metà percorso ha realizzato il miglior tempo, mentre, come già detto, all’arrivo si è dovuto accontentare del 3° posto parziale. Mitchelton-Scott e BMC, partite molto più tardi rispetto alla formazione britannica capitanata da Chris Froome (le squadre prendevano il via a intervalli di 5 minuti l’una dall’altra), sono risultate sicuramente più agevolate negli ultimi km di tappa rispetto ai rivali, e ne hanno saputo approfittare, andando a cogliere le prime due posizioni in classifica.
Nona posizione finale per la UAE Team Emirates, squadra del nostro Fabio Aru, che ha chiuso in 23’04”, staccata di 45” dalla BMC. Di pochi secondi più altro il tempo della Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali, che si è piazzata all’11° posto in 23’08”, con un ritardo di 49” dai vincitori.

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

La Corsa dei due Mari rischia di perdere però subito uno dei protagonisti. Il britannico Mark Cavendish, ex Campione del Mondo e tra i velocisti più affermati nel panorama internazionale, è rimasto vittima di una rovinosa caduta durante la prova della propria squadra, la Dimension Data. L’inglese è ripartito, ovviamente staccato dai propri compagni di squadra, ed è arrivato al traguardo con il volto tumefatto e numerose ferite alle ginocchia. E’ stato subito portato in ospedale per accertamenti, ma le sue condizioni andranno moinitorate nelle prossime ore. Un inconveniente che non ci voleva per il campione dell’Isola di Man, a 10 giorni dalla Milano-Sanremo, suo obiettivo dichiarato di questa prima parte di stagione.

Domani si disputerà la seconda tappa della Tirreno-Adriatico, la Camaiore-Follonica di 172 km. Frazione adatta ai velocisti: ci sarà da superare una sola asperità, il GPM di Montemagno, posto pochi km dopo la partenza, e poi il percorso sarà completamente pianeggiante fino a Follonica, dove i corridori dovranno affrontare un circuito finale di 8,3 km da ripetere 3 volte. Diretta tv in chiaro su Rai Sport + alle 13:00, e fasi finali della corsa su Rai 3 alle 15:15. Diretta anche su pay tv, grazie a Eurosport 2, a partire dalle 13:30.

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

CLASSIFICA PRIMA TAPPA – 1. BMC in 22’19”; 2.  Mitchelton-Scott +4”; 3. Team Sky +10”; 4. Quick-Step Floors +15”; 5. Team Sunweb +25”; 6. Katusha-Alpecin +28”; 7. Bora-Hansgrohe +30”; 8. Trek-Segafredo +39”; 9. UAE Team Emirates +45”; 10. Education First s.t.

CLASSIFICA GENERALE – 1. D.Caruso in 22’19”; 2. R.Dennis s.t.; 3. P.Bevin s.t.; 4. G.Van Avermaet s.t.; 5. L.Durbridge +4”; 6. D.Impey s.t.; 7. A. Yates s.t.; 8. M.Hepburn s.t.; 9. G.Thomas +9”; 10. J.Castroviejo s.t.

  •   
  •  
  •  
  •