Nibali racconta il suo Giro delle Fiandre. Le dichiarazioni del corridore

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Vincenzo Nibali è stato protagonista nella giornata di ieri, domenica 1 aprile, nel Giro delle Fiandre. Per il corridore è stato l’esordio assoluto in questa manifestazione ciclistica. Una prima esperienza per lo Squalo dello Stretto che si può definire positiva e ricca di emozioni. Lo stesso quando mancavano circa 28 km dalla fine ha provato a fare un attacco per recuperare in vista del traguardo finale, pur non avendo avuto l’esito desiderato. La corsa è stata vinta da Niki Terpstra che ha così commentato alla Gazzetta dello Sport: “Si tratta di un sogno per me. Vincere Roubaix e Fiandre… queste due corse, è qualcosa di incredibile. Io mi sono avvicinato al ciclismo da bambino sognando queste gare, allora era un sogno. Ringrazio i miei genitori per quello che hanno fatto per me. No, non posso descrivere questi momenti“.

Questo l’ordine dell’arrivo dei primi dieci corridori al termine della corsa:
1 Niki Terpstra (Ned) Quick-Step Floors 06:21:25
2 Mads Pedersen (Den) Trek-Segafredo 00:00:12
3 Philippe Gilbert (Bel) Quick-Step Floors 00:00:17
4 Michael Valgren (Den) Astana Pro Team 00:00:20
5 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 00:00:25
6 Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe 00:00:25
7 Jasper Stuyven (Bel) Trek-Segafredo 00:00:25
8 Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal 00:00:25
9 Wout Van Aert (Bel) Veranda’s Willems Crelan 00:00:25
10 Zdenek Stybar (Cze) Quick-Step Floors 00:00:25
Ora non resta che attendere i prossimi appuntamenti ciclistici per continuare a godere delle emozioni che il mondo della due ruote sta regalando a tutti i suoi tifosi e agli appassionati di questo sport.

Nibali, le dichiarazioni post corsa

Dopo il Giro delle Fiandre, Vincenzo Nibali, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, ha raccontato le emozioni provate in questa nuova esperienza ed ha analizzato la sua prestazione. “Avevo un po’ di paura nel muovermi, ma volevo provarci, ci tenevo. Però Terpstra aveva un ritmo impossibile da tenere per me. Com’è stata questa gara alla fine? Io sono abbastanza contento della mia prova. E’ stata durissima e bellissima, i due aggettivi giusti sono questi“, ha dichiarato Vincenzo Nibali.
Il corridore ha poi aggiunto:  “Mi sembrava di essere dentro una lavatrice, dalla partenza fino alla fine il ritmo è stato altissimo. La Quick Step non lasciava andare la fuga, io ho sofferto tanto nel prendere gli strappi perché bisognava sempre fare una volata. Ho provato ad attaccare poi ero un po’ al lumicino“.
Gli impegni stagionali del messinese non sono finiti qui. Infatti, Lo Squalo dello Stretto non si riposerà. Già nella serata di ieri, è volato a Bilbao, dove correrà il Giro dei Paesi Baschi in programma da lunedì a sabato. Successivamente, nel mese di aprile sarà impegnato nelle Classiche delle Ardenne. Gli appuntamenti di riferimento sono i seguenti: il 15 aprile con l’Amstel, il 18 con la Freccia Vallone e il 22 con la tanto attesa Liegi-Bastogne-Liegi. Queste classiche serviranno quindi come preparazione per affrontare il prossimo Tour de France che si correrà nel mese di luglio. Ricordiamo infatti che Vincenzo Nibali, capitano del team Bahrain Merida, a differenza dell’anno scorso, quest’anno non prenderà parte al Giro d’Italia. Nella scorsa edizione aveva conquistato il terzo gradino del podio.

 

  •   
  •  
  •  
  •