Fabio Aru, le considerazioni del corridore dopo le prime tappe del Giro d’Italia

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Il Giro d’Italia ha preso avvio da soli due giorni e già ha emesso i primi verdetti. Si riparte da dove ci si era lasciati, ossia dalla maglia rosa di Tom Dumoulin, che vince l’edizione 100 del Giro e si ripete nella crono che ha aperto quest’edizione della corsa. L’olandese infatti nella prima tappa ha conquistato la vittoria e anche la maglia rosa; maglia che perderà nella giornata ai danni di Rohan Dennis. Ma questo non è solo il giro di Tom Dumoulin, ma anche quello di Chris Froome e Fabio Aru. Al momento i due corridori non hanno avuto un inizio dei migliori. Se il britannico ha cominciato quest’avventura con una caduta in allenamento, prima della crono, Fabio Aru invece è apparso abbastanza sottotono.

Fabio Aru, le parole del Cavaliere dei Quattro Mori

Aru ha iniziato il Giro perdendo 50′ nella crono che ha dato il via alla manifestazione ciclistica. Al momento, dopo la conclusione della seconda tappa, occupa il 39° posto nella classifica generale con un ritardo di 51′ secondi dalla maglia rosa. La manifestazione però è solo agli inizi e il vero Giro per Fabio Aru inizierà a partire da martedì 8, quando la carovana rosa farà tappa in Sicilia e qui si inizierà a fare sul serio.
Aru al termine dei primi appuntamenti ha analizzato la sua condizione, scrivendo così sui social: “Complimenti a Tom sapevamo che sul suo terreno avrebbe guadagnato, per quel che mi riguarda, sinceramente non ho voluto prendere troppi rischi perché avevo visto questa mattina che il percorso era insidioso. Comunque sia, sono contento che il Giro sia iniziato e abbiamo davanti venti giorni molto, molto impegnativi. Mi congratulo con il mio compagno di squadra Conti, ha fatto davvero una bella prova e sicuramente mi sarà d’aiuto durante tutto il Giro”.
Per Aru è arrivato quindi il momento di tirare fuori tutta la grinta e la determinazione per portare a casa l’obiettivo, ossia la vittoria del Giro d’Italia 2018. Se la sua corsa inizierà a partire dall’Etna, è molto probabile che la settimana decisiva sarà l’ultima, la terza, dove il corridore affronterà le tante salite insidiose che la corsa rosa presenta e qui potrà dimostrare tutta la sua potenzialità. Non resta quindi che continua a guardare il Giro e sostenere l’azzurro Fabio Aru.

Giro d’Italia, la classifica dopo le prime due tappe

Oggi, domenica 6 maggio, si correrà la tappa 3 del Giro d’Italia che concluderà questa prima parte della corsa a Gerusalemme. Al momento la classifica generale è cambiata rispetto alla prima tappa. Infatti, la maglia rosa è passata da Tom Dumoulin a Rohan Dennis. Questa la classifica dei primi dieci corridori al termine delle due frazioni:

1)Rohan Dennis  4h 03′ 21”
2)Tom Dumoulin  a 1”
3)Victor Campenaerts a 3”
4)José Goncalves  a 13”
5)Alex Dowsett  a 17”
6)P. Bilbao Lopez De Armentia  a 19”
7)Simon Philip Yates a 21”
8)Maximilian Schachmann  a 22”
9)Tony Martin  a 28”
10)Domenico Pozzovivo  a 28”

Per tutti gli appassionati di ciclismo non resta che continuare a seguire la corsa rosa per vedere chi al termine delle tre settimane riuscirà a conquistare la maglia rosa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: