Europei Ciclismo Strada 2018, prova maschile: dove vederla in tv e streaming, percorso, favoriti ed azzurri

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui

Si conclude il programma del ciclismo agli Europei di Glasgow 2018 con la prova maschile su strada, culmine del manifestazione continentale – con un format per la prima volta multisportivo – che oggi chiude anche con il golf, la ginnastica artistica, il nuoto in acque libere, i tuffi e ovviamente il gran finale dell’atletica.
In un percorso che sarà un circuito cittadino nella città scozzese, adatto principalmente ai velocisti resistenti, scopriremo chi succederà ad Alexander Kristoff, campione europeo su strada uscente, sempre che lo stesso corridore non conceda oggi una doppietta di maglie iridate consecutive. L’Italia però non sta a guardare: gli uomini del ct Davide Cassani, con Elia Viviani in testa, puntano a chiudere in bellezza l’avventura ciclistica azzurra a Glasgow, dove abbiamo raccolto sino ad oggi sette medaglie tra la pista, la strada al femminile con l’oro della elite Marta Bastianelli e l’argento nella Mountain Bike con Luca Braidot.
Vediamo nel dettaglio il percorso, i favoriti con la nostra spedizione azzurra e la programmazione tv e web.

Europei Ciclismo Strada 2018: il percorso della prova maschile elite

Le varie nazionali partecipanti dovranno affrontare un percorso di 230 km in tutto, caratterizzati da un circuito cittadino di 14,4 km da ripetere per 16 volte, e che vedrà i corridori partire dal Museo di Riverside della citta scozzese, dedicato ai trasporti nonché uno dei più rinomati del Paese (e con una facciata che sembra il profilo altimetrico di un tappone di montagna), per giungere quindi verso lo start ufficiale dal parco di Glasgow Green – dove incomincia e finisce la gara di oggi – situato nell’East End della città e sulle sponde del fiume Clyde. Si risalirà poi verso il West End sfiorando le zone rurali per un percorso che comunque sarà interamente cittadino e ricalcherà quello dei Giochi del Commonwealth del 2014, con l’obiettivo di mettere in risalto le peculiarità del centro di Glasgow.
I primi quattro chilometri del percorso saranno piatti; una volta arrivati all’altezza di Kelvingrove Park cominciano le lievi asperità con tre strappi in successione, dalla lunghezza e difficoltà contenute (medie che vanno sul 4%, con punte del 5,5% all’altezza di Hillhead Street).
Superato Kelvingrove Park i corridori faranno inversione tornando verso sud est verso la conclusione del circuito, con un ultimo dente da affrontare ai meno dieci dal traguardo.
Finale in piano con alcune curve insidiose in prossimità dell’arrivo, che potrebbero rendere le cose un po’ più complicate per i treni in caso di conclusione in volata.

Leggi anche:  Eleven Sports, Sky Sport, Antenna Sud? Dove vedere Catania Bari streaming e diretta tv

Europei Ciclismo Strada 2018: i favoriti della prova maschile elite e gli azzurri convocati

Foto Facebook – Pagina Ufficiale Giro d’Italia

Percorso con un finale adatto allo sprint ma con la presenza di quei brevi strappi non impegnativi di cui abbiamo parlato, con una densità che occupa buona parte del breve tracciato. I velocisti puri, in teoria, potrebbero essere leggermente meno favoriti rispetto a quei corridori veloci e al tempo stesso resistenti nelle asperità contenute, ma attenzione anche ai finisseur che potrebbero tentare il colpo di mano nei giri finali, beffando i treni degli sprinter.
Tra i favoriti principali non possiamo non partire dal campione europeo uscente, il norvegese Alexander Kristoff, reduce dal secondo posto nella classifica a punti del Tour de France 2018, vinta dall’altro corridore che gode oggi dei favori del pronostico, ovvero Peter Sagan, fresco di conferma della sua partecipazione alla Vuelta (per prepararsi alla difesa della maglia iridata ad Innsbruck?). Lo slovacco a sua volta precede il rivale come oro europeo alla prima edizione aperta agli elite degli Europei, ovvero Plumelec 2016, e il suo talento come passista capace di reggere gli strappi e finalizzare la gara negli ultimi metri lo rendono uno degli avversari più pericolosi per gli altri corridori.
Ma attenzione anche alla carta che il ct Davide Cassani si giocherà con Elia Viviani, vicecampione (di un soffio, tra l’altro, rispetto a Kristoff) Europeo uscente, fresco argento in pista nell’Omnium e oro con il quartetto nell’inseguimento in occasione della gare al Velodromo di Glasgow di qualche giorno fa. Il corridore veneto al suo primo anno nella Quick Step Floors sta dimostrando uno stato di grazia notevole: dalla vittoria al Dubai Tour alla conquista della maglia Tricolore ai campionati italiani, passando per il trionfo alla La Panne, il sofferto secondo posto alla Gand-Wevelgem e la maglia ciclamino al Giro d’Italia, Elia Viviani s’inserisce sicuramente nel novero dei favoritissimi. E non bisogna dimenticare la spinta motivazionale per cancellare la beffa dell’Europeo dello scorso anno.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus-Milan: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Altro favorito, con una impostazione da corridore da classica e doti da passista veloce è il belga Greg van Avermaet, reduce da otto giornate da maglia gialla al Tour. A proposito di Classiche, potrebbe giocarsi le sue carte un altro ciclista tagliato per le gare di un giorno e con finale allo sprint, ovvero John Degenkolb, il tedesco che alla Grande Boucle di quest’anno è rinato dopo un periodo buio vincendo sulle pietre della tappa di Roubaix (lui che l’Inferno del Nord lo conosce bene avendoci vinto nel 2015), regolando in uno sprint ristretto proprio van Avermaet ed Yves Lampaert.
A proposito di periodi difficili da lasciare alle spalle, tra i favoriti citiamo anche il connazionale di Degenkolb André Greipel, ultimamente distintosi per prestazioni un po’ opache ed al centro di polemiche con altri corridori e che approderà dalla prossima stagione in un team Professional, la Fortuneo-Samsic (chiudendo così il contratto con la Lotto-Soudal, che lo rimpiazzerà con uno sprinter di razza come Caleb Ewan) e Mark Cavendish, reduce dalle cadute e dagli infortuni che ne hanno condizionato gli ultimi tempi e dal ritiro dal Tour per essere finito fuori tempo massimo nella tappa di La Rosiere. Per il britannico dell’Isola di Man quella di oggi è una occasione di riscatto, anche perché correrà in casa davanti alla sua gente (più o meno). Inoltre si gioca le sue chance Bryan Coquard, uno dei capitani della Francia assieme a Christophe Laporte (il ct Cyrille Guimard ha lasciato fuori, a sorpresa, Nacer Bouhanni).

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 4.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Outsiders ma da tenere d’occhio il belga tre volte iridato mondiale nel ciclocross Wout van Aert, autore quest’anno di buone prestazioni  anche su strada, come il terzo posto alla Strade Bianche, il nono al Giro delle Fiandre e la conquista del Giro di Danimarca e l’olandese Mathieu van der Poel, anch’egli campione mondiale ciclocross (quest’anno), vincitore del campionato olandese su strada in questa stagione ma che ha deluso nella prova di Mountain Bike dell’Europeo di Glasgow disputata questa settimana.

Oltre ad Elia Viviani, gli azzurri selezionati dal ct Davide Cassani sono Matteo Trentin, capace di resistere agli strappi e mantenere la gambe per un eventuale sprint finale (oltre a recitare un ruolo da probabile finisseur), Sonny Colbrelli, che dato un’ottima prova di sé al Tour con due podi di tappa, Salvatore Puccio, Davide Ballerini, Marco Canola, Jacopo Guarnieri (fresco di rinnovo con la Groupama-FDJ) e Davide Cimolai a comporre il treno azzurro.

Europei Ciclismo Strada 2018: la programmazione tv ed in streaming

La partenza della gara è prevista per le 11.30 (ora italiana), visibile in chiaro sulla Rai che ha coperto tutti gli Europei di Glasgow/Berlino 2018: la programmazione in diretta parte dalle 8.25 di mattina sui canali Rai Sport e Rai Sport + HD, mentre la linea passerà su Rai 2 dalle 13.45 sino alla serata.
Streaming su RaiPlay.it, che offre la possibilità di personalizzare la propria esperienza scegliendo la disciplina da seguire in caso di gare in contemporanea.
Sul fronte pay tv anche Eurosport 1 (canale 210 di Sky, 341 di Mediaset Premium) ed Eurosport 2 (canale 211 di Sky, 342 di Mediaset Premium) dedicheranno ampio spazio alla giornata conclusiva, dove certamente ci sarà una finestra dedicata anche alla gara di ciclismo maschile su strada; streaming su Eurosportplayer.it, dove al pari di RaiPlay è possibile seguire la propria disciplina preferita personalizzando la propria programmazione.
Infine al link del sito ufficiale dell’evento https://www.eurovisionsports.tv/EuropeanChamps18/cycling/ è disponibile la diretta live streaming.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: