Tour de France 2019, per i 100 anni della maglia gialla si partirà da Bruxelles: ecco le 21 tappe

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Presentato a Parigi la 106esima edizione del Tour de France che inizierà sabato 6 luglio da Bruxelles e si concluderà come al solito a Parigi, domenica 28 luglio. Per celebrare i 100 anni della prima maglia (1919 Eugene Christophe) gialla e i 50 della prima vittoria d’esordio di Eddy Merckx (1969), gli organizzatori hanno studiato un percorso destinato a rimanere nella storia per la sua spettacolarità, ma soprattutto per la sua durezza.
Complessivamente le tappe saranno 21 tappe dove i corridori dovranno percorrere 3.460 km; il programma di montagna sarà molto impegnativo, con tre arrivi al di sopra dei 2000 metri di altitudine, al colle del Tour du Tourmalet (2.115 m), Tignes (2.113 m) e Val Thorens (2.365 m), inedito nella storia della Grande Boucle. Per i velocisti ci saranno sette tappe dove a sfidarsi ci saranno Sagan, Gaviria e Groenewegen su tutti, altrettante saranno le tappe dedicate agli scalatori.
Le cronometro saranno solamente due, entrambe di 27 km: la prima nella seconda tappa a Bruxelles per le squadre e la seconda, quella individuale, a Pau nella tredicesima tappa. Il primo test per gli uomini di classifica sarà nella sesta frazione, prima tappa di montagna da Mulhouse a Plance Des Belles Filles, con salita finale che raggiungerà il 20%.

Leggi anche:  Chris Froome ufficialmente al Tour de France. Le dichiarazioni

Per le tappe di montagna oltre a quelle già citate precedentemente, vanno segnalate il Col de l’Iseran dove si toccherà il punto più alto, con i suoi 2.770 metri, il Colle di Vars (2.109 m), il Col d’Izoard (2.360 m) e il Col du Galibier (2.642 m). Probabilmente la tappa più bella dove ci sarà grandissima battaglia, è la quindicesima, prima del giorno di riposo dove da Limoux si arriverà a Foix Prat d’Albis con il massimo di gpm (gran premio di montagna) e più di 4.000 metri di dislivello. Le Alpi verranno affrontate nelle tappe finali, ovvero 18, 19 e 20 prima della passerella finale ai Campi Elisi a Parigi.

Di seguito le 21 tappe dei Tour de France 2019:

Prima tappa: sabato 6 luglio, Bruxelles-Bruxelles (192 km)
Seconda tappa: domenica 7 luglio, Bruxelles-Bruxelles Cronosquadre (27 km)
Terza tappa: lunedì 8 luglio, Binche-Epernay (214 km)
Quarta tappa: martedì 9 luglio, Reims-Nancy (215 km)
Quinta tappa: mercoledì 10 luglio, Saint-Diè-des-Voges- Colmar (169 km)
Sesta tappa: giovedì 11 luglio, Mulhouse-La Planches des Belles Filles (157 km)
Settima tappa: venerdì 12 luglio, Belfort-Chalon-sur-Saone (230 km)
Ottava tappa: sabato 13 luglio, Macon-Saint Etienne (199 km)
Nona tappa: domenica 14 luglio, Saint Etienne-Brioude (170 km)
Decima tappa: lunedì 15 luglio, Saint-Flour- Albi (218 km)
Martedì 16 luglio: riposo
Undicesima tappa
: mercoledì 17 luglio, Albi-Toulouse (167 km)
Dodicesima tappa: giovedì 18 luglio, Toulouse- Bagneres-De-Bigorre (202 km)
Tredicesima tappa: venerdì 19 luglio, Pau-Pau cronometro individuale (27 km)
Quattordicesima tappa: sabato 20 luglio, Tarbes-Tourmelet (117 km)
Quindicesima tappa: domenica 21 luglio, Limoux-Foix  Prat d’Albis (185 km)
Lunedì 22 luglio: riposo
Sedicesima tappa
: martedì 23 luglio, Nimes-Nimes (177 km)
Diciassettesima tappa: mercoledì 24 luglio, Pont du Gard-Gap (206 km)
Diciottesima tappa: giovedì 25 luglio, Embrun-Valloire (207 km)
Diciannovesima tappa: venerdì 26 luglio, Saint-Jean-de-Maurienne-Tignes (123 km)
Ventesima tappa: sabato 27 luglio, Albertville-Val Thorens (131 km)
Ventunesima tappa: domenica 28 luglio, Rambouillet-Paris (127 km)

Leggi anche:  Dove vedere Adriatica Ionica Race 2021, tv, streaming e orario

Oltre a presentare le tappe, Christian Prudhomme direttore generale del Tour de France ha annunciato che in questa edizione saranno previsti otto traguardi bonus sempre in cima a una salita dove verranno consegnati degli abbuoni in termini cronometrici, ma soltanto nelle prossime settimane si sapranno quanti secondi di bonus verranno assegnati. Questa novità è per incentivare tutti i big della classifica che potrebbero essere stimolati ad attaccare in salita per guadagnare tempo prezioso per permettere di dare più spettacolarità alla gara.
Queste le salite su cui verranno posti dei traguardi bonus:

Terza Tappa: Côte de Mutigny
Sesta Tappa: Col des Chevrères
Ottava Tappa: Côte de la Jaillière
Nona Tappa: Côte de Saint-Just
Dodicesima Tappa: Hourquette d’Ancizan
Quindicesima Tappa: Mur de Péguère
Diciottesima Tappa: Col du Galibier
Diciannovesima Tappa: Col de l’Iseran

  •   
  •  
  •  
  •