Al Giro di Lombardia 2019 trionfa Mollema in solitaria

Pubblicato il autore: daniele conti Segui


A chiudere la stagione delle classiche monumento di ciclismo è stato, come sempre, il Giro di Lombardia 2019. La corsa di un giorno notoriamente più dura per dislivello tra quelle del circuito professionistico è stata ancora ad appannaggio degli scalatori. L’ordine d’arrivo testimonia quanto detto, con il duo Valverde-Bernal a seguire il vincitore Bauke Mollema.

Giro di Lombardia 2019: la corsa

La corsa prevedeva il classico percorso di 243km da Bergamo a Como, con arrivo molto complesso visto il saliscendi durissimo. La fuga di 200km dal pronti via di 5 corridori si esaurisce poco prima delle asperità conclusive. Come spesso accaduto anche in passato, la corsa esplode sul Civiglio a circa 18km dall’arrivo. È li che Mollema attacca spregiudicato, senza che nessuno gli risponda. L’ipotesi che il gigante olandese sia stato sottovalutato in vista delle tante difficoltà ancora da incontrare è valida. Allo scollinamento sono circa 20 i secondi che possiede di vantaggio su uno sparuto gruppo di corridori della sua stessa pasta. Nella seguente discesa i big riprendono Latour che era tra i pochissimi gettatisi all’inseguimento del battistrada con discreto successo, ma il divario rispetto alla locomotiva dei Paesi Bassi è già enorme.

Si arriva ai piedi della salita finale con Roglic che guida la carica verso una disperata rimonta, sfiancato da una rincorsa sfrenata e solitaria in pianura che lo ha prosciugato di tutte le energie necessarie a portare a compimento l’impresa. Mollema sale regolare e si dosa alla perfezione. Dietro devono andare a tutta per accorciare ma non riescono a far altro che frazionarsi in mini gruppi, l’uno incapace di aiutare l’altro. Alla fine sono in due ad arrivare a una manciata di secondi dal vincitore in solitaria. Lo spettacolo e l’adrenalina ci sono stati ugualmente, col rimpianto di non vedere mai i nostri colori protagonisti in corsa.

  •   
  •  
  •  
  •