Ciclismo, Parigi-Nizza 2020: presentazione delle tappe e i favoriti

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Da oggi fino a domenica 15 marzo si correrà la Parigi-Nizza, settantottesima edizione della corsa francese e valida come prova dell’UCI World Tour, con partenza da Plaisir e arrivo a Nizza (totale 1215,6 km).
Purtroppo quest’anno con l’emergenza Coronavirus saranno otto tappe in tono minore poichè sette squadre hanno deciso di non partecipare per non rischiare eventuali contagi, le squadre World Tour che hanno già annunciato il proprio forfait alla Parigi-Nizza sono Astana, UAE, Ineos, Mitchelton Scott, CCC, Jumbo Visma e Movistar.

Parigi-Nizza 2020, la presentazione delle tappe

Si partirà da Plaisir per una frazione lunga 154 km e presumibilmente adatta agli sprinter anche se non sono escluse sorprese: i corridori dovranno affrontare subito un GPM, ovvero la Cote des Mesnuls (3.a categoria, 1,2 km al 5,7%), per poi attraversare due volte la Cote de Neauphle (3.a categoria, 1,4 km al 7,9%), con la seconda volta a cinque chilometri dal traguardo.
Lunedì seconda tappa quasi interamente pianeggiante con la ChevreuseChalette-sur-Loing di 166.5 km con tre GPM di 3.a categoria abbastanza abbordabili e soprattutto distanti dall’arrivo: Cote des Loges (1,4 km al 5%), Cote de Bouville (1,4 km al 4,4%) e Cote de Pressoir (1,1 km al 5,9%). La terza frazione sarà Chalette-sur-Loing-La Chatre (212,5 km) dove anche qui i velocisti dovrebbero farla da padrone con alcuni saliscendi, ma un profilo altimetrico non particolarmente impegnativo e soprattutto un solo GPM da affrontare a metà percorso, ossia la Cote de Chapelotte (2,8 km al 4,6%).

Mercoledì sarà il giorno della cronometro individuale di  Saint-Amand-Montrond (paese natio di Julian Alaphilippe) lunga 15,1 km e dove proprio il ciclista transalpino potrebbe recitare il ruolo di favorito; sarà una crono con saliscendi impegnative e tante curve che potrebbero creare parecchi grattacapi a più di qualcuno.
Superato il giro di boa giovedì sarà la volta della quinta tappa con la Gannat a La Cote-Saint-André (227,0 km) la più lunga delle corsa e anche questa adatta agli sprinter con le uniche difficoltà che saranno un GPM di 2.a categoria, Cote de Busset (3,4 km al 5,9%), e tre di terza, Cheval Rigon (5,7 km al 3,9%), Cote de Treves (3,0 km al 5,2%) e Cote de Saint-Prim (1,4 km all’8,3%), con quest’ultimo posto a 44 km dall’arrivo.

Gli ultimi tre giorni saranno i più difficili dove si comincerà venerdì con la  Sorgues-Apt (161,5 km) dove si partirà con 20 chilometri pianeggianti ma poi ci saranno da affrontare ben sei GPM di cui quattro di 2.a categoria e due di 3.a: Cote de Saumane-de-Vaucluse (4,2 km al 5,1%), Col de Murs (10,4 km al 4,3%), Cote de Gordes (2,3 km al 6,5%) e Col du Pointu (3,5 km al 5,4%) nella prima parte, mentre nella seconda Cote de Caseneuve (5,1 km al 5,4%) e Cote d’Auribeau (4,5 km al 5,8%), per poi affrontare lo strappo finale ad Apt che terminerà a 1800 metri dal traguardo, al termine di un tratto di strada tutto in discesa.
La penultima frazione, la NizzaValdeblore La Colmiane (166,5 km) in programma sabato, sarà quella più dura e fin dall’inizio ci sarà da soffrire a causa della presenza della Col de Vence (9,7 km al 6,6%), la Col de la Sigale (6,6 km al 4,9%) e la Cote de Saint Antonin (6,2 km al 5,3%), con il gran finale che avrà una scalata molto difficoltosa lunga 16,3 km e con una pendenza media del 6,3%, ideale per gli scalatori.

L’ultima tappa vedrà la solita tappa alpina Nizza-Nizza (113, 5 km) che vedrà il primo ostacolo attorno al 40° km con il GPM di 1.a categoria, ovvero il Col de la Porte (13,1 km al 4,7%), a cui seguirà il più abbordabile Cote de Berre-les-Alpes (3,9 km al 6,1%) e quindi da un altro GPM di 1.a categoria, la Cote de Chateauneuf (6,5 km al 6,6%); subito dopo sarà la volta della Cote d’Aspremont (3,9 km al 3,7%), dove seguiranno 18,5 chilometri tra discesa e pianura che permetteranno di arrivare al finale posto di fronte allo stadio Allianz Riviera, che la prossima estate sarà la partenza della terza tappa del Tour de France.

Parigi-Nizza 2020, le otto tappe in programma

Domenica 8 Marzo – Tappa 1: Plaisir – Plaisir (154 km)

Lunedì 9 Marzo – Tappa 2: Chevreuse – Chalette-sur-Loing (166,5 km)

Martedì 10 Marzo – Tappa 3: Chalette-sur-Loing – La Chatre (212,5 km)

Mercoledì 11 Marzo – Tappa 4: Saint-Amand-Montrond – Saint-Amand-Montrond (15,1 km – Crono individuale)

Giovedì 12 Marzo – Tappa 5: Gannat – La Côte-Saint-André (227 km)

Venerdì 13 Marzo – Tappa 6: Sorgues – Apt (160,5 km)

Sabato 14 Marzo – Tappa 7: Nizza – Valdeblore La Colmiane (166,5 km)

Domenica 15 Marzo – Tappa 8: Nizza – Nizza (113,5 km)

Parigi-Nizza 2020, borsino favoriti

***** Nairo Quintana, Thibaut Pinot, Julian Alaphillippe
**** Maximilian Schachmann, Sergio Higuita, Edward Theuns
*** Richie Porte, Vincenzo Nibali, Bob Jungels
** Pierre Latour, Romain Bardet,Tejay van Garderen
*Lilian Calmejane, Pello Bilbao, Michael Woods

  •   
  •  
  •  
  •