Giro d’Italia 2020, Filippo Ganna non vuole fermarsi e punta al record dell’ora

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

Doveva fare da gregario, proteggere e scortare il capitano Geraint Thomas ed invece in questo Giro d’Italia numero 103 si è trasformato in un protagonista, osannato e acclamato dai tifosi italiani. Il personaggio chiave del Giro d’Italia 2020 in grado di rubare spesso la scena la ribalta anche al campione italiano Vincenzo Nibali. Quattro successi in questo Giro d’Italia, tre a cronometro sbaragliando la concorrenza e uno in fuga in solitaria fra le nebbie della Sila calabrese, la prima maglia rosa a Palermo e l’ultima vittoria nella crono conclusiva di Milano ha consacrato Filippo Ganna nel gota del ciclismo mondiale . Il corridore piemontese è diventato il più forte cronoman al mondo, la sua posizione sulla bici ed il suo stile sono estremamente efficaci e pure agli esordi per la sua rigidità lo chiamavano “ il gatto di marmo” 
Filippo Ganna in una recente intervista ha dichiarato: “Non sono bello ma sono simpatico” , Filippo parla così di se stesso e ama ridere e scherzare. Quest’anno con il titolo italiano e il titolo mondiale a Imola ha realizzato un gran tiplete (titolo italiano a cronometro, titolo mondiale a cronometro e quattro tappe al Giro d’Italia). Neanche il virus è riuscito a rovinare il suo anno magico in cui ha vinto tanto senza però andare a trovare il suo caro amato nonno, Filippo Ganna non si vuole più fermare e punta al record dell’ora per entrare ancora una volta nella storia del ciclismo

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra