Primoz Roglic e la ruota che gira. Le accuse ingiuste al corridore

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Primo Roglic e la ruota che gira
Primoz Roglic e la ruota che gira all’Amstel Gold Race, è stato un episodio che ha tenuto banco durante la corsa. Quest’ultima si è svolta alla fine nel pieno della regolarità. Il corridore è stato accusato ingiustamente di doping tecnologico legato alla questione che ha da diversi anni tenuto banco nel mondo del ciclismo. Alcuni usano il motorino nella bici?
Durante la corsa lo sloveno ha svolto il suo lavoro da gregario, per poi rimanere appiedato a causa di un problema meccanico proprio ai piedi dell’ultima scalata al Cauberg. Roglic si è qui fermato in attesa dell’arrivo dell’ammiraglia. Sul web ha iniziato a circolare un video dove si vedeva la ruota posteriore sollevata in movimento insieme alle pedivelle. Secondo alcuni quel movimento della ruota destava sospetto e avrebbe potuto indicare la presenza di un motorino.

Leggi anche:  Sky o DAZN? Dove vedere Hellas Verona-Torino in tv e in streaming, Serie A 35^ giornata

Primoz Roglic e la ruota che gira. La svolta

Le accuse mosse al corridore in realtà sono ingiuste, perchè il video andato in onda sul web è stato tagliato, quindi non si è visto quando il corridore ha lui stesso azionato le pedivelle con le mani al fine di spostare la catena sul pignone più piccolo. Le immagini dell’azione svolta precedentemente dal corridore sono invece andate normalmente in onda in diretta tv.
Per cui è giusto sottolineare che non si tratta di uno scandalo alcuno, ma di una manovra che i corridori sono soliti fare nell’attesa del meccanico.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: