Lo sfogo di Nibali dopo la caduta al Giro

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Lo sfogo di Nibali
Lo sfogo di Nibali arriva subito dopo la caduta nella tappa odierna del Giro d’Italia. La caduta non ha portato serie conseguenze al corridore che è riuscito anche a proseguire la corsa e rientrare subito nel gruppo. Il messinese, nelle prossime frazioni molto impegnative, si metterà a disposizione del compagno di squadra Giulio Ciccone.

Lo sfogo di Nibali. Le dichiarazioni

Nibali dopo la caduta si sfoga così ai microfoni di RaiSport: “È stata una giornata di quelle così perché prima ho forato e sono stato costretto a cambiare la bicicletta. Poi attraversando un paese, di cui non ricordo il nome, mi è partita la bici e sono scivolato. Ho qualche escoriazione sul corpo, è stata una di quelle giornate in cui succede quello che deve succedere. Mi consola il fatto che la squadra sta andando bene, c’è Ciccone che ha dimostrato di avere una buona gamba e quindi… andiamo avanti”.
Questo invece il commento di Ciccone: “Purtroppo Vincenzo ha avuto prima una foratura e poi è caduto mentre rientrava. E’ stato sfortunato ma nel finale si è difeso bene. Personalmente tutto procede bene”.
Non resta quindi che attendere la frazione di domani per scoprire come riuscirà a condurre la sua bicicletta nella nona frazione del Giro d’Italia in programma domani, domenica 16 maggio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Discussione Nibali-Ciccone, la spiegazione dello Squalo