Peter Sagan multato per comportamento scorretto e intimidazioni

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Peter Sagan multato
Peter Sagan multato al Giro d’Italia. La motivazione? Comportamento scorretto e intimidazioni. Alla giuria infatti, non è piaciuto il comportamento dello slovacco nelle fasi iniziali della 18ª tappa del Giro d’Italia 2021. Non è però dato ancora sapere quale sia il comportamento specifico che ha deciso di sanzionare la giuria. Il corridore nelle prime fasi iniziali come lui stesso ha sottolineato si è limitato al controllo della fuga. “tenendo sotto controllo coloro che erano pericolosi per la maglia”. Sagan infatti vorrebbe conquistare la maglia ciclamino.

Peter Sagan multato. La situazione

I commissari han fatto sapere che secondo il comma 8.2.1 dell’articolo 2.12.007, lo slovacco si è dunque reso colpevole di “intimidazioni e comportamento scorretto verso altri corridori”, senza però precisare in quale momento e quale sarebbe il  comportamento specifico sanzionato. Al corridore è stata quindi inflitta una multa di 1000 franchi svizzeri di ammenda e 50 punti nel ranking UCI. Fortunatamente non è stata intaccata la classifica a punti della corsa rosa. Stando così le cose, Peter Sagan ha ancora 23 punti di vantaggio su Davide Cimolai e 25 su Fernando Gaviria.
Non resta che seguire le ultime tre giornate del Giro per scoprire se il corridore slovacco Peter Sagan, riuscirà a portare a casa la maglia ciclamino in questa emozionante corsa rosa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dumoulin, il futuro dopo le Olimpiadi di Tokyo