Nibali racconta la sua delusione Olimpica

Pubblicato il autore: Chiarella Serra Segui

Nibali racconta la sua delusione
Nibali racconta la sua delusione olimpica dopo la Prova in Linea Uomini andata in scena questa mattina, ora italiana. Purtroppo la spedizione azzurra non ha portato i frutti desiderati. Infatti, il gruppo azzurro ha lavorato per Bettiol, ma purtroppo anche il corridore su cui si era puntato in questa prova, ha dovuto cedere per via di alcuni crampi.

Sulla prestazione odierna, lo Squalo dello Stretto ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha dichiarato: “C’è mancato poco. Avevamo giocato le nostre carte nel modo giusto con Alberto Bettiol che stava bene, solo che nel finale le energie non erano al massimo, non so bene com’è andata nel finale”.

Nibali racconta la sua delusione dopo la prova in linea


Nibali poi ha aggiunto: “Abbiamo cercato di anticipare più volte, l’andatura è stata sempre molto alta, anche io nei due giri finali ho cercato di anticipare la salita. Alla fine ci sono stati tanti scatti, io sono uscito nel momento giusto, quando è uscito anche Evenepoel. Abbiamo fatto un’azione ma dietro hanno ricucito”. Ricordiamo che la corsa è stata vinta da Carapaz. Hanno poi completato il podio rispettivamente Wout Van Aert e il neovincitore del Tour de France, Pogacar. Non resta quindi che seguire le prossime corse degli altri azzurri per scoprire se riusciranno a portare a casa una medaglia in queste Olimpiadi di Tokyo 2020.

  •   
  •  
  •  
  •