Ciclismo, Tadej Pogacar: “Ora solo le Olimpiadi. Vuelta? Devo valutare”

Pubblicato il autore: Emanuela Francini Segui

Pogacar
Secondo, e consecutivo, Tour de France vinto da Tadej Pogacar. Lo sloveno della UAE Emirates conquista definitivamente la maglia gialla, oltre a quella a pois e quella bianca. A Cannonball quella verde. Wout Van Aert, invece, si prende l’ultima scena: il belga della Jumbo-Visma si aggiudica la olata di Parigi davanti a Philipsen e Cavendish.
Una stagione durissima questa del 2021 per il ciclismo internazionale. Lo spostamento delle Olimpiadi di Tokyo, causa Covid-19, ha costretto i corridori ad uno sforzo fisico incredibile, in quanto hanno disputato diverse corse una in fila all’altra. Non a caso Pogacar non avrà neanche il tempo di festeggiare il secondo successo di fila al Tour de France  che dovrà subito imbarcarsi verso il Giappone, per la competizione olimpica.

Pogacar, valutazione sulla Vuelta

La stella slovena della UAE Emirates  sarà uno dei protagonisti di Tokyo 2020. Sabato gli spetta la prova in linea al maschile, con l’obiettivo sicuramente di andare a caccia delle medaglie. Unico problema sarà ambientarsi al nuovo fuso orario che probabilmente ne minerà le prestazioni.

Leggi anche:  Vincenzo Nibali torna all'Astana. Gli obiettivi? Le dichiarazioni del corridore

Nel corso di questo 2021, sono tantissime le fatiche accumulate che costringono Pogacar probabilmente a rinunciare alla Vuelta di Spagna. La partecipazione all’evento era stata annunciata dalla sua squadra nel programma futuro. A dichiararlo è stato proprio il corridore sloveno. Tadej al momento resta concentrata sulle Olimpiadi in scena in Giappone, per la Vuelta si vedrà. Ecco cosa ha detto: “Per adesso penso a Tokyo, poi vedremo. La stagione è stata lunga, inoltre bisogna anche vedere con il fuso orario se ci saranno le condizioni per recuperare ed essere in forma per una corsa dura come la Vuelta”.

Per concludere: “Ho corso molto quest’anno e bisogna valutare… Al momento, una volta concluso il Tour, penso a Tokyo, poi si vedrà. Dopo la prova in linea dei Giochi ci prenderemo qualche giorno e valuteremo…”.

  •   
  •  
  •  
  •