Pozzovivo verso l’addio, ma c’è ancora una speranza. La situazione

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Pozzovivo verso l'addio
Pozzovivo verso l’addio al ciclismo professionistico se entro febbraio non troverà una nuova squadra. Corridore della Qhubeka Assos, dopo la chiusura del team, è rimasto senza squadra. Al sito quibicisport ha raccontato:  “Non voglio puntare il dito contro nessuno. Quando è arrivata l’ufficialità della chiusura della Qhubeka, gli organici erano già completi. Io sono convinto che qualcuno mi avrebbe voluto, ma gli mancava il budget per farsi avanti. Certo, qualche segnale più concreto dalle Professional italiane non mi sarebbe dispiaciuto, avrei potuto far comodo”.

 

Pozzovivo verso l’addio? C’è ancora una speranza

Pozzovivo negli scorsi giorni ha annunciato che se non avesse trovato una squadra entro febbraio, si sarebbe ritirato per intraprendere poi la carriera da preparatore. Per il corridore però c’è ancora una speranza di trovare un team con cui correre. Infatti, Valerio Piva, direttore sportivo della Intermarché-Wanty-Gobert, sembrerebbe interessato all’ingaggio di Pozzovivo per il Giro d’Italia e per alcuni obiettivi importanti della stagione 2022. Una prima indiscrezione sulla possibile buona riuscita dell’operazione è data dalla Gazzetta dello Sport che sostiene che mancherebbe solo la firma sul contratto del corridore e così Pozzovivo avrebbe una nuova squadra per continuare a correre in questa nuova stagione ciclistica che sta prendendo il via.

Leggi anche:  Infortunio Girmay, nuovi esami per il corridore che racconta il suo status di salute

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: