Champions League: da Haaland a Ronaldo, quanto vale ogni gol segnato dai bomber europei?

Pubblicato il autore: Francesca.Capone. Segui

La Champions League è la competizione che suscita il maggiore fascino sugli appassionati: atmosfera carica di pathos, sfide tra le migliori squadre d’Europa, tanto spettacolo e incredibili gesti tecnici. In questa edizione della Coppa dalle grandi orecchie, dalla fase a giorni fino ad ora ci sono stati ben 337 gol in 114 match giocati, con una media di quasi 3 gol a partita.

In questo Speciale di marzo, SuperNews si dedica al particolare studio che ci permetterà di capire quali siano i bomber più proficui della Champions League fino a questo momento e se esiste una correlazione tra l’ingaggio annuale netto percepito da un giocatore e il suo rendimento. Questo ci ha permesso di individuare il valore di ogni gol realizzato. I dati riportati nel nostro studio sono stati reperiti dalle pagine “Calcio e Finanza”, “Trasfertmark”, “Sisal” e dalla comparazione delle testate più autorevoli in materia. Dalla nostra analisi, è emerso che nelle squadre italiane, il giocatore con il peggior rapporto qualità-prezzo è Cristiano Ronaldo: il portoghese, che percepisce uno stipendio pari a 31 milioni annui, in Champions League ha segnato 4 gol, e ogni rete è “costata” alla Juventus ben 7,7 milioni di euro. Al contrario, Zapata e Muriel condividono lo stesso valore medio di ogni gol segnato, 600.000 euro, rivelandosi in questo modo un prezioso affare per la società bergamasca. Approfondiamo adesso il rendimento di ogni bomber europeo.

Haaland affare top, i gol di Mpabbè e Neymar “costano” oro per il Psg

Bomber UCLSquadraGolMedia Gol (in minuti)Ingaggio Annuale (mln)Costo per Gol (mln/gol)
HaalandBorussia Dortmund105280,8
MbappéPsg6105213,5
NeymarPsg66431,55,2
MorataJuventus69950,8
En-NesyriSiviglia6642,40,4
GiroudChelsea6385,70,9
RashfordManchester United6699,31,5
PleaB. Monchengladbach51073,20,6

Tutti lo vogliono, nessuno riesce a prenderlo: Erling Haaland, con le sue prestazioni, sta facendo girare la testa ai più grandi club. In questa stagione di Bundesliga, il talento norvegese del Borussia Dortmund ha realizzato fino ad ora 21 gol nelle sue 21 presenze, con una media di 1 gol a partita. Anche in Champions League, Haaland sembra inarrestabile: ha messo a segno 10 reti in 524 minuti giocati, con una media di 1 gol ogni 52 minuti. Numeri niente male per un classe 2000, che attualmente sfoggia un valore di mercato pari a 110 ml di euro. Abbiamo inoltre calcolato il suo rapporto qualità-prezzo: ogni suo gol ha un costo medio di 800.000 euro, frutto di uno stipendio pari a 8 ml di euro annui e delle 10 reti segnate fino ad ora nella massima competizione europea.

Ottimo rendimento anche quello di Neymar. Il fantasista del PSG ha messo a segno 6 gol giocando 5 match di Champions League, con una media di 1 gol ogni 64 minuti giocati. In base allo stipendio annuale del brasiliano, pari a 31,5 milioni, ogni sua rete messa a segno possiede un costo medio di circa 5,2 milioni. Rendimento differente quello del suo compagno di squadra, Kilian Mbappé, che nonostante condivida con O’Ney lo stesso numero di gol segnati fino ad ora in Europa, ovvero 6, ha giocato 629 minuti, presentando così una media di 1 gol ogni 105 minuti giocati. Ogni gol dell’attaccante francese ha un costo medio di 3,5 milioniAnche il Chelsea può vantare i numeri del suo Giroud. Il centravanti dei Blues ha segnato 6 gol in 5 presenze europee, con una media di 1 gol ogni 38 minuti. Lo stipendio annuale del francese si aggira intorno ai 5,7 milioni all’anno, e in base al rapporto di questa cifra con il numero dei gol messi a segno finora in Champions League ogni suo gol ha un costo medio di 900.000 euro, un ottimo rapporto qualità-prezzo rispetto a quello dei due attaccanti del Paris Saint Germain.

Leggi anche:  Paolo Bargiggia a SuperNews: "Inter, scudetto vinto con merito, ma il gioco di Conte è antico. Mourinho alla Roma? Scelta suicida"

Sopresa di questa edizione della Coppa dalle grandi orecchie è l’attaccante del Siviglia En-Nesyri. In Champions League, il giocatore marocchino ha realizzato fino ad ora 6 gol e giocato 384 minuti, ottenendo una media di 1 gol ogni 64 minuti. Prendendo in considerazione le sue momentanee 6 reti in Europa e il suo stipendio annuale di circa 2,4 milioni di euro, il centravanti è stato un vero affare per il Siviglia, dal momento che il costo medio di ogni suo gol è di circa 400.000 euro. Chiudono la nostra prima tabella Rashford, Morata e Plea. Il classe ’97 del Manchester United ha segnato 6 gol in 6 presenze, e ha una media di 1 gol ogni 69 minuti giocati. In base al suo stipendio, circa 9,3 milioni annui, ogni gol di Rashford ha un costo medio di 1,5 milioni di euro, cifra molto più elevata rispetto a quella di Alvaro Morata, artefice di 6 gol in 8 presenze in Champions League. Lo spagnolo ha giocato in Europa 596 minuti, con una media di 1 gol ogni 99 minuti e un costo medio per gol di circa 800.000 euro. Positivi i numeri dell’attaccante del Borussia Monchengladbach Alassane Pléa. In Champions League, il francese ha messo a segno 5 gol in 536 minuti giocati, con una media di un 1 gol ogni 107 minuti. Il Borussia Monchengladbach ha puntato sul giocatore giusto: il valore medio di ogni sua rete è di 600.000 euro.

 

Immobile e Oliveira ottimo rapporto qualità-prezzo, Messi segna gol da 11 milioni l’uno

Bomber UCLSquadraGolMedia Gol (in minuti)Ingaggio Annuale (mln)Costo per Gol (mln/gol)
MessiBarcellona51085511
SalahLiverpool511910,42
ImmobileLazio58340,8
OliveiraPorto51300,40,08
BenzemaReal Madrid5968,71,7
LewandowskiBayern Monaco510219,53,9
Bruno FernandesManchester United41095,21,3
ChiesaJuventus413751,2

Spicca il rendimento in Champions League di un giocatore italiano: Ciro Immobile. Nonostante la Lazio sia ormai uscita dalla competizione contro un gigantesco Bayern Monaco, l’attaccante biancoceleste ha messo a segno 5 reti in 414 minuti giocati, ottenendo così la media di 1 gol ogni 83 minuti. In base al suo stipendio annuale di 4 milioni di euro, Immobile ha segnato dei gol che hanno ciascuno un valore di circa 800.000 euro. Molto più vantaggioso investire su Immobile piuttosto che su Karim Benzema. Fino ad ora, in Champions League il centravanti del Real Madrid possiede una media di 1 gol ogni 96 minuti, con 5 gol realizzati in 480 minuti giocati. Il giocatore franco-algerino percepisce 8,7 milioni all’anno, che divisi per le 5 reti segnate in Europa ci forniscono il valore medio di ogni suo gol, pari a 1,7 milioni di euro, che nonostante sia un numero altissimo è pur sempre meno elevato del costo medio della singola rete di Robert Lewandowski. In Europa, la stella del Bayern Monaco, a quota 5 gol, ha giocato fino ad ora 442 minuti, e detiene la media di 1 gol ogni 102 minuti. Ogni sua rete ha un costo medio di circa 3,9 milioni di euro. Nettamente più alto il valore di ogni gol segnato da Lionel Messi. Per la pulce blaugrana, che percepisce uno stipendio di circa 55 milioni l’anno, ogni sua rete ha un costo medio di circa 11 milioni. Una cifra vertiginosa per un giocatore da vertigini: in Champions League, il numero 10 del Barcellona fino ad ora ha segnato 5 gol in 540 minuti giocati, con una media di 1 gol ogni 108 minuti. Differisce di una sola unità la media gol Champions League di Bruno Fernandes. In Europa, infatti, il centrocampista dello United detiene fino ad oggi una media di 1 gol ogni 109 minuti. Il portoghese ha segnato 4 gol in 437 minuti giocati e, con il suo stipendio annuale di circa 5,2 milioni di euro, affida ad ogni sua rete messa a segno un costo medio di circa 1, 3 milioni.

Leggi anche:  PSG: Neymar rinnoverà il suo contratto fino al 2026

Nella nostra tabella compaiono anche i nomi di Salah, Oliveira e Federico Chiesa. L’egiziano, in forza al Liverpool, fino a questo momento ha giocato 597 minuti nella massima competizione europea, mettendo a segno 5 gol e consolidando così la media di 1 gol ogni 119 minuti giocati. Di circa 2 milioni è invece il valore di ogni suo gol. Di gran lunga inferiore è quello di ogni gol realizzato da Sergio Oliveira, centrocampista del Porto che percepisce 400.000 euro all’anno, il cui singolo gol realizzato ha un costo medio di 80.000 euro. Questi numeri ci danno la misura di quanto, per il Porto, Oliveira sia stato un ottimo colpo di mercato. In Europa, il portoghese ha messo a segno fino ad oggi 5 gol e giocato 650 minuti, realizzando così la media di 1 gol ogni 130 minuti giocati. E’ invece di 1 gol ogni 137 minuti giocati in Champions League la media di un altro giocatore italiano, Federico Chiesa, che con la maglia della Juventus in Europa ha segnato 4 reti in 549 minuti giocati, con una media di 1 gol ogni 137 minuti, un rendimento addirittura superiore al suo compagno di reparto Cristiano Ronaldo. Il portoghese, infatti, ha messo a segno lo stesso numero di gol ma in più minuti di gioco, totalizzando la media di 1 gol ogni 142 minuti giocati. Tuttavia, se il valore di ogni gol di Chiesa è pari a circa 1,2 milioni di euro, quello di CR7 è decisamente più alto: ogni rete vale 7,7 milioni di euro. A partire da queste cifre si possono comprendere le critiche e i malumori di tutti coloro che consideravano Cristiano Ronaldo colui che avrebbe trascinato i bianconeri alla vittoria della Champions League, e che invece è stato protagonista, insieme ai suoi compagni, di un’amara eliminazione agli ottavi di finale della competizione.

Leggi anche:  Giro d'Italia 2021, tutte le salite tappa per tappa della corsa rosa: Zoncolan e tanti arrivi in quota inediti

Muriel e Zapata grande affare per l’Atalanta, Ronaldo secondo solo a Messi: ogni suo gol “costa” 7,7 milioni

Bomber UCLSquadraGolMedia Gol (in minuti)Ingaggio Annuale (mln)Costo per Gol (mln/gol)
LukakuInter41117,51,8
RonaldoJuventus4142317,7
ComanBayern Monaco31227,32,4
DembéléBarcellona3126113,6
ZapataAtalanta31731,80,6
KeanPsg31242,50,8
MurielAtalanta31161,80,6

La tabella degli migliori ultimi sei bomber europei si apre con i numeri del gigante belga Romelu Lukaku. L’attaccante nerazzurro, che in Serie A ha messo 19 gol in 26 partite, in 445 minuti giocati in Champions League ha realizzato 4 reti, registrando così una media di 1 gol ogni 111 minuti giocati. In base al suo stipendio annuale di circa 7,5 milioni, il costo medio di ogni gol di Lukaku si aggira intorno ai 1,8 milioni. Curioso come una singola rete di Lukaku valga quanto l’intero stipendio annuale dei due attaccanti dell’Atalanta Luis Muriel e Duvan Zapata. In Champions League, entrambi i giocatori della Dea hanno realizzato 3 gol, ma con un numero differente di minuti giocati: il colombiano ha giocato 347 minuti, con una media di 1 gol ogni 116 minuti, mentre Zapata ne ha giocati 520, registrando una media di 1 gol ogni 173 minuti. Poiché entrambi gli attaccanti di Gasperini percepiscono la stessa cifra come stipendio annuale, ovvero 1,8 milioni, anche il valore medio di ogni gol realizzato sarà lo stesso per tutti e due: circa 600.000 euro per ogni rete. L’Atalanta può essere fiera dei suoi investimenti!


Anche l’ultimo trio di bomber, Dembélé, Kean e Coman, è accomunato dal numero 3, ovvero i gol segnati da ciascuno fino ad ora in Champions League. L’attaccante blaugrana ha giocato 379 minuti, con una media di 1 gol ogni 126 minuti, e percepisce dalla società uno stipendio di circa 11 milioni annui. Per questa ragione, ogni gol di Dembélé ha un valore medio di circa 3,6 milioni, valore leggermente superiore a quello di ciascuna rete segnata da Kingsley Coman, ovvero 3,4 milioni di euro. In Europa, l’attaccante del Bayern Monaco, con le sue 3 reti in 365 minuti giocati, registra una media di 1 gol ogni 122 minuti. Il rendimento di Coman è di poco superiore a quello di un altro italiano, Moise Kean. L’ex bianconero, ora in forza al Paris Saint Germain, fino ad oggi in Champions League ha segnato 3 gol in 372 minuti giocati, detenendo così la media di 1 gol ogni 124 minuti. Kean percepisce dalla società parigina uno stipendio annuale di 2,5 milioni che ci permette di svelare il valore medio di ogni rete siglata dall’attaccante del PSG: circa 800.000 euro.

  •   
  •  
  •  
  •