Barbara Castellini (Radio Capital) su SuperNews:” Okaka ha dimostrato di poter dire la sua in serie A. L’Udinese deve conquistare punti contro la Samp”

Pubblicato il autore: Lorenzo C

Barbara Castellini, giornalista sportiva di Radio Capital e Radio Punto Zero ha rilasciato un’intervista sul nostro sito web SuperNews in cui ha rilasciato dichiarazioni decisamente interessanti in vista della gara di campionato tra Sampdoria e Udinese, in programma sabato 26 gennaio alle ore 18, focalizzandosi principalmente sullo stato di salute della compagine friulana. Castellini ha espresso il suo pensiero sul nuovo arrivato Okaka, sull’atteggiamento che andrà mostrato al “Ferraris” e sulle possibili novità di formazione che apporterà Davide Nicola, al fine di tirarsi fuori il prima possibile da una posizione di classifica piuttosto preoccupante, con i friulani appaiati al quindicesimo gradino con 18 punti all’attivo e reduci dal ko interno di sabato scorso contro il Parma.

-Quale dovrà essere la mentalità e l’atteggiamento dell’Udinese in una delicata trasferta come quella di Marassi, considerando la propria posizione di classifica piuttosto preoccupante?

Innanzitutto è fondamentale che la squadra scenda in campo senza pensare alla classifica, ma con l’unico obiettivo di uscire indenne dal “Luigi Ferraris“. L’aspetto mentale sarà determinante: ci vorrà concentrazione massima dall’inizio alla fine, di punti ne sono stati persi fin troppi.

-La precedente prestazione con il Parma non è stata completamente negativa, cosa però va migliorato onde evitare ulteriori battute d’arresto?

Con il Parma la squadra ha espresso sprazzi di buon gioco, riuscendo a costruire diverse occasioni da gol. Se pensiamo ai due legni colpiti da Rodrigo De Paul, il rammarico è enorme. Allo stesso tempo però la distrazione in occasione del gol vittoria di Gervinho è un campanello d’allarme da non minimizzare. Pur essendo stato finora l’attacco il punto debole, ogni considerazione deve inevitabilmente partire dal miglioramento della fase difensiva.

-Un tuo giudizio su Okaka che ha battezzato con un gol il suo esordio in bianconero. Cosa ti ha particolarmente impressionato di lui?

Fisicamente è devastante. Seppur nelle due stagioni al Watford abbia giocato poco, sabato con il Parma ha dimostrato di poter ancora dire la sua in serie A. Lodevoli l’impegno e la determinazione dimostrati nei minuti in cui è rimasto in campo. E’ sicuramente un giocatore che può fare la differenza nell’Udinese, magari facendo un “dispetto” ai suoi ex compagni blucerchiati.

-Per la gara contro la Sampdoria, pensi che Nicola proporrà nuovamente il 3-5-2 con De Paul a centrocampo e il tandem Okaka-Lasagna in avanti?

Il modulo è uno dei punti fissi di Nicola per cercare di dare un’identità precisa alla squadra, quindi non credo ci siano cambiamenti sostanziali a livello di assetto. Probabilmente con il rientro di Pussetto, assente per squalifica contro il Parma, il sacrificato potrebbe essere Lasagna, non particolarmente lucido in alcune situazioni contro gli emiliani. Anche a centrocampo il rientro di Mandragora, out per squalifica nell’ultimo turno, potrebbe comportare la rinuncia a uno tra Valon Behrami e Seko Fofana.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Gianluca Savoldi a SN: "Giuntoli è il vero fuoriclasse del Napoli. A Reggio Inzaghi sta facendo un lavoro eccezionale"