Live Aston Villa – Manchester City: 1 – 2, Guardiola più vicino al titolo

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

aston villa
ASTON VILLA – MANCHESTER CITY 1 – 1 (1′ McGinn, 22′ Foden (M), 40′ Rodrigo (M))

Il City conquista 3 punti fondamentali per la vetta della Premier. Gli uomini di Guardiola mettono da parte le polemiche della Super League e dopo un’inizio choc, trovano la forza di ribaltare il risultato. A favorire la vittoria finale è anche l’espulsione di Cash che riporta la parità numerica in campo, proprio nel miglior momento per i padroni di casa.
Per l’Aston Villa c’è il rammarico causato dalla consapevolezza che contro questo City si poteva fare di più. I Villans devono accontentarsi di un’altra stagione che probabilmente finirà nell’anonimato della metà classifica.

90′ + 4′ – Triplice fischio dell’arbitro e squadre negli spogliatoi.
88′ – Gli uomini di Guardiola controllano il match e si affacciano nella trequarti dell’Aston Villa. Bernardo Silva, autore di due assist, tenta il sinistro da fuori area ma la sfera finisce alta.
76′ – Gundogan su punizione. Palla alta sulla traversa.
67′ – Occasione per i padroni di casa. Davis raccoglie di testa un cross di Barkley e nonostante la distanza ravvicinata manca il bersaglio grosso.
65′ – Con la parità numerica gli ospiti hanno ripreso terreno. Zinchenko con un tiro da fuori area guadagna un corner.
57′ – Espulso Cash (Aston Villa) e squadre di nuovo in parità numerica.
54′ – Ammonito Cash (Aston Villa).
51′ – L’Aston Villa con un uomo in più sembra crederci. Luiz servito da Traore, calcia da fuori area ma trova attento Ederson.
46′ – Si riparte con un cambio per parte. Nell’Aston Villa Davis entra al posto di Ramsey mentre nel City Laporte sostituisce Gabriel Jesus.
SECONDO TEMPO

Leggi anche:  LIVE Entella- Chievo, Cronaca e risultato in Tempo Reale: Vince il Chievo 3-1

45′ + 4′ – Finisce il primo tempo.
44′ – Ammonito Gundogan.
44′ – Espulso Stones, City in 10.
42′ – Ammonito Stones.
40′ – GOL di Rodrigo! Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Bernardo Silva, Rodrigo salta più alta di tutti e firma la rimonta del City.
38′ – Mahrez ci prova da fuori area e guadagna un calcio d’angolo. Il Manchester cerca di ribaltare la partita.
28′ – Ramsey si decentra sulla sinistra e col mancino sfiora il gol. Palla fuori di un soffio.
24′ – Ancora Foden si libera per tiro ma stavolta manca il bersaglio grosso.
22′ – GOL di Foden! Bernardo Silva trova il giovane talento del City in area di rigore, Foden non si lascia pregare e batte Martinez.

17′ – Gli ospiti non trovano spazi e Gundogan ci prova da fuori area. Il tiro non inquadra lo specchio della porta.
7′ – City in confusione totale. Watkins prova ad approfittarne e da centro area scarica un tiro sotto la traversa ben parato dal numero 1 degli ospiti.
5′ – Padroni di casa ancora pericolosi. Traore di testa serve Luiz che di sinistro trova l’opposizione di Ederson.
1′ – GOL di McGinn! Partenza choc per gli uomini di Pep Guardiola. Sinistro micidiale di McGinn e the Villans in vantaggio.
1′ – Calcio d’inizio. Arbitra Peter Bankes.
PRIMO TEMPO

Leggi anche:  Dove vedere Manchester City-Chelsea, streaming Premier League e diretta tv Sky?

Formazioni 
ASTON VILLA (4-3-3): Martinez; Cash, Konsa, Mings, Targett; McGinn, Luiz, Nakamba (63′ Barkley); Traore (75′ El Ghazi), Ramsey (46′ Davis), Watkins. Allenatore Dean Smith
MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Dias, Zinchenko; Silva, Rodrigo, Gundogan; Mahrez (90′ Fernandinho), Jesus (46′ Laporte), Foden. Allenatore Josep Guardiola

Pre-partita 
Allo Stadio Villa Park di Birmingham, scende in campo la storia del calcio inglese. L’Aston Villa è uno dei club più antichi (fondato nel 1874) e vincenti d’Inghilterra e il City dalla sua vanta come anno di fondazione il 1890 (rifondato successivamente nel 1894). Di certo le squadre non giocano per lo stesso obbiettivo, Guardiola vuole i 3 punti per ipotecare la Premier League. Il Manchester City al momento ha 8 punti di vantaggio sui rivali del Manchester United e mancano 6 partite alla fine del campionato.
L’Aston Villa naviga a metà classifica e la zona retrocessione non è un pericolo (il Fulham terz’ultimo ha 17 punti in meno). A motivare gli uomini di Smith c’è anche una sorta di rivincita morale contro uno dei club fondatori della Super League. Dimostrare che il calcio non è fatto solo da milioni di euro potrebbe dare all’Aston Villa la giusta spinta per piegare il City.

  •   
  •  
  •  
  •