Highlights Sampdoria – Napoli: 0 – 2, gli azzurri riprendono la volata Champions

Pubblicato il autore: Enzo Palo

live sampdoria
SAMPDORIA – NAPOLI 0 – 2 (34′ Fabian Ruiz, 86′ Osimhen)

Il Napoli espugna il Luigi Ferraris e ottiene 3 punti preziosissimi per la volata Champions. Gli uomini di Gattuso grazie a un buon approccio gara sono riusciti a passare meritatamente in vantaggio con Fabian Ruiz. Nella ripresa è venuta fuori la Sampdoria che per quanto fatto avrebbe anche meritato il pareggio ma il calcio è spietato e nel miglior momento blucerchiato Osimhen ha spento ogni speranza.
Il Napoli domenica prossima attende l’Inter allo Stadio Diego Armando Maradona mentre la Sampdoria più che in campo, è attesa da un finale di stagione che potrebbe stravolgere l’intera rosa con gli addii di Ranieri e Qualiarella.

Highlights

90′ + 7′ – Triplice fischio dell’arbitro.
86′ – GOL di Osimhen! Mertens lancia la punta nigeriano che di destro batte Audero.
78′ – Ammonito Lozano.
75′ – Valeri richiamato al VAR annulla il gol a Thorsby. Il centrocampista ligure nello staccare di testa appoggia le mani sulle spalle di Koulibaly commettendo fallo.
63′ – La Sampdoria ci crede nel pareggio. Gabbiadini di sinistro impegna l’estremo difensore azzurro che respinge con i pugni.
60′ – Quagliarella da posizione defilata, para Ospina.
55′ – Capovolgimento di fronte. Gabbiadini lanciato in area trova Ospina tra lui e larete.
54′ – Occasione Napoli. Audero respinge l’ennesimo sinistro di Fabian Ruiz, Insigne arriva primo sulla palla ma trova nuovamente l’opposizione del numero uno blucerchiato.
53′ – Fabian Ruiz ci riprova dal limite ma il suo sinistro è alta.
50′ – Occasione per Zielinski ma è bravo Audero a respingere in angolo il destro del polacco.
46′ – Ammonito Koulibaly.
46′ – Riparte il match con il primo possesso del Napoli.
SECONDO TEMPO

45′ – Valeri manda tutti negli spogliatoi.
42′ – Cross di Di Lorenzo, Politano solo al centro dell’area di rigore prova il tacco ma la palla va fuori.
35′ – Zielinski prova a chiudere la partita ma il suo sinistro viene deviato e termina a lato.
34′ – GOL di Fabian Ruiz! Lo spagnolo servito da Zielinski stoppa e tira da fuori area. Il sinistro è vincente e il Napoli passa in vantaggio.
25′ – Insigne si esibisce nel suo classico tiro a giro, Audero attento mette in angolo.
24′ – Punizione a limite per la Sampdoria. Candreva colpisce male e la palla va oltre la traversa.
23′ – Ammonito per Manolas per fallo al limite su Gabbiadini.
21′ – Occasione per il Napoli. Insigne trova Zielinski in area, tiro-cross del polacco che carambola su Di Lorenzo e finisce tra le braccia di Audero.
13′ – Sugli sviluppi di un corner Manolas raccoglie la ribattuta ma il suo destro termina lontano dai pali.
5′ – Politano crossa bene per Zielinski che impatta male e da buona posizione la manda a lato.
1′ – Calcio d’inizio battuto dalla Sampdoria.
PRIMO TEMPO

FORMAZIONI SAMPDORIA – NAPOLI
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Damsgaard (86′ Leris), Jankto (86′ Verre); Quagliarella (67′ Keita), Gabbiadini. All. Claudio Ranieri.
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Demme, Fabian Ruiz (90′ Bakayoko); Politano (74′ Lozano), Zielinski (74′ Mertens), Insigne (90′ Elmas); Osimhen. All. Gennaro Gattuso.

PRE-PARTITA SAMPDORIA – NAPOLI
La Sampdoria ospita il Napoli di Gattuso allo Stadio Luigi Ferraris di Genova. I blucerchiati non hanno più nulla da chiedere a questa stagione, infatti gli uomini di Claudio Ranieri sono attualmente decimi in classifica con quattordici punti di vantaggio dalla zona retrocessione e a venti dal quinto posto (occupato proprio dal Napoli – ndr). In queste condizioni non sarà semplice trovare stimoli in uno stadio vuoto e senza pubblico. A differenza il Napoli è chiamato a vincere per riprendere la corsa Champions e cancellare subito la bruciante sconfitta settimanale contro la Juventus. Gli azzurri sono momentaneamente quinti a soli due punti dall’Atalanta e atre punti dai bianconeri ma nonostante ciò possono già dirsi all’ultima spiaggia, infatti in caso di sconfitta la distanza potrebbe diventare incolmabile.
Per i partenopei oggi è una partita storica, si tratta del match numero 2500 giocato nel massimo campionato ed è l’ottava squadra italiana a raggiungere questo traguardo.

  •   
  •  
  •  
  •