Gp Russia: Le pagelle di Supernews

Pubblicato il autore: Antonio Paradiso Segui

hamilton sochi

E’ tempo di giudizi ma soprattutto di pagelle a circa 24 ore dalla fine del gran premio di Russia, disputatosi a Sochi, che ha visto la nona vittoria stagionale di Lewsi Hamilton, la numero 42 in carriera, che ha permesso al pilota anglo-caraibico di superare Senna e eguagliare Vettel nella speciale classifica. Un successo che vale doppio anche perché ormai l’inglese ha ipotecato il titolo piloti, infatti al campione del mondo in carica per potersi laureare campione del mondo, basterà vincere la prossima gara e sperare che Vettel non arrivi secondo. Un buon weekend anche per lo stesso Vettel che, approfittando del ritiro di Rosberg, grazie ai 18 punti conquistati balza al secondo posto in classifica, superando proprio il tedesco della Mercedes.

GP RUSSIA: LE PAGELLE DI SUPERNEWS

Lewis Hamilton 9: In questa domenica non si merita il 10, infatti se Rosberg non avesse avuto quel problema all’acceleratore, molto probabilmente sarebbe finito dietro al compagno di squadra. Tuttavia, si dimostra sempre più cannibale, andando a vincere la nona gara stagionale e ipotecando il terzo titolo mondiale della sua carriera. FAMELICO

Sebastian Vettel 8.5: Ancora una grande gara per Seb che, nonostante una qualifica non proprio entusiasmante, riesce ad arrivare secondo, grazie soprattutto al lavoro del “muretto” Ferrari che lo chiama ai box nel momento giusto, permettendogli di superare Bottas. 18 punti importanti per lui, dato che gli permettono di raggiungere la seconda posizione nel mondiale piloti, qualcosa di impensabile ad inizio anno. ARCIGNO

Carlos Sainz 8: In meno di 24 ore passa dal letto del’ospedale alla pista, dimostrando di avere coraggio da vendere. Non è facile tornare in pista dopo quel botto in cui poteva rischiare parecchio. In gara poi è straordinario: parte dall’ultima posizione, ma riesce subito ad entrare in zona punti. Purtroppo, proprio sul più bello, mentre era settimo, un problema all’anteriore destra lo blocca, costringendolo al ritiro. EROICO

Felipe Nasr 8: Grande gara del pilota brasiliano della Suaber che ottiene un sesto posto insperato con una vettura non certo tra le migliori del circus. Il pilota brasiliano ieri ha dimostrato di trovarsi in Formula 1 non per caso e soprattutto non per questioni prettamente economiche. BRAVO

Sergio Perez 8: Quando si parla di Force India pensano tutti ad Hulkenberg, dimenticandosi di lui. Sergio con la gara di ieri ha dimostrato di non essere da meno dal compagno, ottenendo un podio che alla scuderia indiana mancava dal Gran Premio del Bahrein del 2014. Nel finale di gara tuttavia è fortunato, in quanto approfitta del contatto Bottas-Raikkonen per balzare al terzo posto, ma poco importa, nella Formula 1 la fortuna è una componente importante. Un’ultima cosa: Hulkenber in Force India non è mai riuscito a salire sul podio, mentre Perez è già a quota 2. Credo sia giusto riflettere su questo dato. SUPER

Felipe Massa 8: Merita un 8 anche Massa, autore anche lui di un’importante rimonta che lo porta dalla 15esima posizione iniziale fino al quarto posto finale. Adesso anche la classifica piloti inizia a sorridere dato che il compagno di squadra Bottas è distante di appena 2 punti. LOTTATORE

Valteri Bottas 7,5: Ancora una volta Bottas paga le scelte scellerate del suo team ed in questa stagione è già la terza volta,   vedi anche Silverstone e Spa. Anche ieri perde la seconda posizione nei confronti di Vettel a causa di una sosta anticipata, poi è bravo a guadagnarsi la terza posizione superando Perez, peccato che proprio nell’ultimo giro, il connazionale Raikkonen lo buttA fuori. SFORTUNATO

Dany Kyvat 7: Grande gara del russo che, partito dalla undicesima piazza, riesce a rimontare e approfittando anche lui dei vari ritiri, riesce a classificarsi quinto, portando in cascina 10 punti. TENACE

Kimi Raikkonen 6: è l’esatta media tra l’8 che meritava per tutta la gara e il 4  per lo scellerato gesto dell’ultimo giro, in cui tenta un improbabile sorpasso al connazionale Bottas. Prima del “fattaccio” Kimi è in forma, lottando ruota a ruota con Vettel e dimostrando, qualora ce ne fosse bisogno, di non essere da meno del compagno di squadra. Purtroppo, proprio nel finale si rende protagonista di quel gesto che compromette anche la sua gara dato che viene penalizzato di 30 secondi. Va detto comunque che nemmeno il team gli da una mano, perché lo richiama ai box in maniera troppo frettolosa. INGENUO

Button, Maldonando, Alonso 6: Chiudiamo con il trio delle meraviglie che, dopo mesi di buio totale, riesce nell’impresa di marcare dei punti. Purtroppo Alonso a fine gara verrà retrocesso di una posizione per per aver superato il limite del circuito per troppe volte, ma poco importa, sul campo ha ottenuto 1 punto, questa è l’unica cosa che conta. EROI PER UN GIORNO

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: