MotoGp, Rossi: “Sono pronto e sto bene”

Pubblicato il autore: Davide Curti Segui

Valentino Rossi è pronto ad affrontare la 18ma stagione in MotoGP

La Yamaha ha tolto oggi i veli alla nuova M1, presentata in tarda mattinata al Matadero di Madrid in diretta streaming. Alla nuova moto, che sarà a disposizione dei piloti del team ufficiale Valentino Rossi e Maverick Vinales, spetta il difficile compito di riportare la casa di Iwata a un livello di competitività alto, svanito nella seconda parte della passata stagione.
Intervenuto prima che il sipario sulla nuova moto si aprisse, Valentino Rossi, ha raccontato le sue sensazioni all’avvio di quella che per lui è la 18ma stagione nella massima serie, tra 500 e MotoGP: “Più o meno è sempre la stessa cosa quando riparte il campionato, cambia soltanto l’esperienza: maturi e speri che l’esperienza possa esserti d’aiuto nella messa a punto della moto per la gara”. Il nove volte campione del mondo ha poi puntato lo sguardo verso l’inizio della stagione: “Credo che i prossimi test in programma a Sepang, in Thailandia e in Qatar siano molto importanti per capire quello che potrebbe avvenire durante la stagione. Dobbiamo lavorare sodo per fare meglio dell’anno scorso e per farlo è necessario un miglioramento dell’elettronica e di tutti i dettagli possibili per usare al meglio le gomme”. Il dottore ha parlato anche dell’infortunio dello scorso anno: “Per me è molto importante allenarsi e passare molto tempo in moto e fare cose diverse. Quest’anno cercherò di però di tenere un po’ più di margine, dato l’infortunio in enduro dello scorso anno, avvenuto in un momento importante della stagione e con la gara di Misano alle porte.  Per fortuna l’inverno è stato positivo e ora sto bene”.

Giornata importante anche per Maverick Vinales, che oggi ha annunciato il rinnovo fino al 2020: “La Yamaha è come una famiglia, condividiamo tutti le stesse emozioni, ma stavolta cercheremo di raggiungere il titolo. Quest’anno spero di salire sempre sul podio cercando di non ripetere gli errori dello scorso anno”. Infine una battuta sul rinnovo: “Resterò in Yamaha fino al 2020 e qui spero di realizzare il più grande dei miei sogni. Per me è una scelte molto importante e vorrei che anche Rossi possa restare con noi”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  GP Russia, Sainz: "E' stato un buon venerdì per noi"