MotoGP: il team Tech3 lascia la Yamaha dopo 20 anni. C’è KTM all’orizzonte?

Pubblicato il autore: Davide Curti Segui

A meno di un mese dall’inizio del mondiale una notizia clamorosa scuote il circus della MotoGP. Dopo venti anni di collaborazione il team Tech3 ha annunciato che questa sarà l’ultima stagione con le moto della casa di Iwata. E’ stato il team manager Hervè Poncharal a informare la Yamaha della decisione di interrompere la duratura collaborazione: “Mi è stato offerto un qualcosa che aspettavo da sempre e a cui non potevo dire di no”.
In ogni caso il team francese sarà regolarmente al via nella prossima stagione della MotoGP, ormai alle porte, e a breve annuncerà le sue strategie a partire dal 2019: si vocifera nell’ambiente di un probabile accordo con Ktm. La notizia ha suscitato un certo scalpore nel paddock, soprattutto perchè uscita all’indomani dell’accordo con Hafiz Syahrin per la stagione 2018, per il quale si ringraziava la Yamaha per il supporto fornito nella scelta del nuovo pilota. Chissà poi cosa ne penserà Johann Zarco, che nei test di Buriram ha dimostrato ancora una volta la competitività del pacchetto moto-pilota chiudendo col secondo tempo finale nella tre giorni di test e che ora si appresta a iniziare l’ultima stagione sulla moto di Iwata.

Questa la dichiarazione integrale del boss Hervè Poncharal: “E’ difficile riassumere 20 anni di collaborazione incredibile tra Tech3 e Yamaha. E’ stato un viaggio straordinario fatto insieme con ricordi fantastici e grandi risultati che condividiamo con la Yamaha e che sarà sempre nella mia mente e nel mio cuore”. Porre fine a questa collaborazione è una decisione importante per me: ringrazio la Yamaha e tutti i ragazzi che ci hanno sostenuto. Tech3 – ha proseguito il team manager francese – è una piccola azienda, che deve pensare al futuro e valutare le opzioni disponibili: ci è stato offerto un accordo che aspettavamo da quando è iniziata la storia di Tech3 e non abbiamo potuto dire di no. Nel 2018 saremo comunque il team Tech3 Yamaha e i nostri piloti si batteranno per le prime posizioni, con la Yamaha che potrà contare sul nostro leale apporto fino alla fine”.
Vedremo nelle prossime settimane che tipo di accordo avrà siglato il team di Poncharal e se le sue moto si vestiranno davvero di arancione.

  •   
  •  
  •  
  •