Formula E: Vergne vince il GP di Punta del Este

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui

Jean Eric Vergne ha vinto l’eprix di Punta del Este, sesto appuntamento del Campionato mondiale di Formula E 2018. Il pilota della Techeetah, con questo successo, rafforza la sua leadership in campionato. La gara non è stata però semplice per il francese, che ha dovuto sudare le fatidiche sette camicie per avere ragione della Audi di Lucas Di Grassi. Il brasiliano lo ha attaccato praticamente per tutti i 37 giri di gara, senza però riuscire a trovare il varco giusto per scavalcare il rivale. Terzo posto per la Virgin di Sam Bird. Sfortunate le prove di Sebastien Buemi, della Renault e-Dams, costretto al ritiro, e del vincitore dell’ultima gara di Mexico City, Daniel Abt, solo 14° con l’altra Audi. Ancora fuori dai punti il nostro Luca Filippi, costretto ad accontentarsi della tredicesima posizione con la sua NIO.

Alla partenza, Vergne scatta bene dalla pole e va al comando davanti a Di Grassi e Lynn. Il gruppo si sgrana senza troppi problemi, ma già al 2° giro la Mahindra di Nick Heidfeld accusa dei problemi ed è costretta a fermarsi a bordo pista. I commissari non riescono a spostare la vettura del pilota tedesco e al 4° passaggio la direzione gara è costretta a mandare in pista la safety car.
La ripartenza avviene al giro numero 6, ma i primi mantengono le loro posizioni. In questa fase i primi 6 (Vergne, Di Grassi, Lynn, Turvey, Abt e Buemi) procedono in formazione compatta e riescono ad allungare sul resto del gruppo.  All’ 11° giro, però, lo svizzero della Renault e-Dams accusa una foratura con conseguente danneggiamento di una sospensione, ed è costretto a rientrare ai box. Ne approfitta per effettuare il cambio vettura in anticipo e tentare di risalire potendo girare con pista libera, ma sarà in seguito costretto al ritiro. Davanti Vergne è costantemente insidiato da Di Grassi, che pur senza tentare attacchi è praticamente incollato alla Techeetah del francese. Dietro ai due, nella lotta per il 3° posto, il compagno di squadra del brasiliano, Daniel Abt, dopo essersi liberato di Turvey, è incollato alla Virgin di Alex Lynn, ma anche il tedesco non riesce ad attaccare il giovane pilota inglese.

I primi rientrano ai box per il cambio vettura al 18° passaggio: Vergne e Di Grassi escono dai box mantenendo le posizioni, mentre Abt sale al 3° posto a causa della sosta molto lenta di Lynn, scavalcato anche dal compagno di squadra Bird e retrocesso in quinta posizione. Subito dopo la sosta, Di Grassi tenta di attaccare Vergne, ma il francese riesce a difendersi senza problemi. Al 23° giro, Abt è però costretto a rientrare ai box per stringere le cinture di sicurezza, che non erano state ben allacciate dai meccanici durante le operazioni di cambio vettura, e sprofonda nelle retrovie, lasciando la terza posizione a Bird. Riparte 15°, alle spalle di Buemi.
Nel frattempo, dalle retrovie sono emersi Felix Rosenqvist e Mitch Evans. Partiti rispettivamente 12° e 16°, lo svedese della Mahindra e il neozelandese della Jaguar cominciano ad insidiare il 4° posto di Lynn. Molto positiva la prova di Evans: prima riesce a passare Rosenqvist e a soffiargli la quinta posizione, poi al 33° passaggio il pilota della Jaguar riesce a scavalcare anche Lynn e piazzarsi al quarto posto.

Davanti il duello tra Vergne e Di Grassi è rovente: il brasiliano non lascia un attimo di respiro al leader del campionato, lo insidia praticamente in ogni curva e lo costringe a guidare guardando sempre negli specchietti. Di questa lotta, approfitta Bird, che a 3 giri dal termine riprende i due e si inserisce nella lotta per la vittoria. Ma il francese riesce a resistere fino alla fine e va a vincere la gara davanti a Di Grassi e Bird. Dietro ai tre, Evans chiude 4° davanti a Rosenqvist, che negli ultimi giri è riuscito anche lui a passare Lynn, costetto ad accontentarsi della sesta posizione.

Il prossimo appuntamento della stagione è assolutamente da non perdere per gli appassionati italiani della serie “full electrics”: il mondiale approda infatti nel nostro Paese per la prima volta. Il 14 aprile si correrà a Roma.

CLASSIFICA EPRIX PUNTA DEL ESTE – 1. J.E.Vergne (FRA-Techeetah); 2. L. Di Grassi (BRA-Audi Abt Schaeffler) +0”447; 3. S.Bird (GBR-DS Virgin) +2”611; 4. M.Evans (NZL-Panasonic Jaguar) +4”075; 5. F.Rosenqvist (SVE-Mahindra) +4”224; 6. A.Lynn (GBR-DS Virgin) +7”872; 7. O.Turvey (GBR-NIO) +11”818; 8. J.M.Lopez (ARG-Dragon) +12”612; 9. J.D’Ambrosio (BEL-Dragon) +22”242; 10. M.Engel (GER-Venturi) +26”293.

CLASSIFICA CAMPIONATO PILOTI FORMULA E – 1. J.E.Vergne 109 punti; 2. F.Rosenqvist 79; 3. S.Bird 76; 4. S.Buemi 52; 5.  N.Piquet 45; 6. M.Evans 41; 7. D.Abt 37; 8. O.Turvey 32; 9. E.Mortara 28; 10 L.Di Grassi 21.

CLASSIFICA CAMPIONATO TEAM FORMULA E – 1. Techeetah 127 punti; 2. Mahindra 100; 3. DS Virgin 93; 4. Panasonic Jaguar 86; 5. Renault e-Dams 59; 6. Audi Sport Abt Schaeffler 58; 7. Venturi 35; 8. NIO 33; 9. MS&AD Andretti 20; 10. Dragon 19.

  •   
  •  
  •  
  •