Mondiale Superbike Gp Thailandia: Rea vince gara 1 (video highlights)

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


VIDEO HIGHLIGHTS

https://www.youtube.com/watch?v=fICO6LnzHP4

Jonathan Rea conquista la prima vittoria stagionale aggiudicandosi gara 1 del Gp di Thailandia, sul circuito di Buriram. Il Campione del Mondo in carica ha preceduto le Ducati dello spagnolo Xavi Forès (Team Barni) e dell’inglese Chaz Davies (Team Aruba.it). Ottima gara per l’inglese Leon Camier, con una Honda in netta crescita, che ha chiuso in quarta posizione, dopo essere stato a lungo in zona podio. Quinto Alex Lowes, che con la Yamaha ha preceduto il deludente Sykes, con l’altra Kawasaki, il suo compagno di squadra Van der Mark, e l’altra Ducati Aruba di Marco Melandri, solo 8° e apparso in grossa difficoltà in questa gara. Rea si avvicina così al ravennate in campionato: il ducatista è sempre primo con 58 punti, ma il rivale della Kawasaki è subito dietro, staccato di sole due lunghezze, con 56.
Domani si replica con gara 2, in programma alle 11 ora italiana.

CLASSIFICA GARA 1 GP THAILANDIA – 1. J.Rea (Kawasaki) in 31’24”203; 2. X.Fores (Ducati) +1”550; 3. C.Davies (Ducati) +2”118: 4. L.Camier (Honda) +2’981; 5. A.Lowes (Yamaha) +7”258; 6. T.Sykes (Kawasaki) +7”501; 7. M.Van der Mark (Yamaha) +8”500; 8. M.Melandri (Ducati) +10”184; 9. E.Laverty (Aprilia) +11”072; 10. J.Torres (MV Agusta) +11”178.


ULTIMO GIRO
: Lowes ha soffiato la quinta posizione a Sykes, autore di una gara anonima dopo una buona partenza. Rea va a vincere davanti a Forès, Davies, Camier, Lowes, Sykes, Van der Mark e Melandri, solamente 8°.

https://twitter.com/FormulaRapidaV/status/977478197943119873

2 giri: Davies finalmente ce la fa e si porta in terza posizione.
-3 giri:
continua la battaglia tra i due inglesi, con il ducatista che sembra più veloce ma per ora non riesce a trovare il varco.
-4 giri:
primo tentativo di sorpasso del pilota Ducati al rivale della Honda, che ha resistito bene.
-5 giri:
Davies si riavvicina a Camier nella lotta per l’ultimo gradino del podio.
-6 giri:
Rea sempre solo in testa, con 1”7 su Forès, poi Camier, Davies, Sykes, Lowes che ha scavalcato Van der Mark, l’olandese e Melandri.
7 giri: anche Davies ha provato ad attaccare Camier, ma è andato lungo e ha perso contatto dal pilota Honda. Si infiamma la bagarre tra le due Yamaha nella lotta per il 6° posto.

https://twitter.com/FormulaRapidaV/status/977476028686897152

-8 giri: Camier va lunga alla staccata di curva 2, Forès ora è secondo.
-9 giri:
solo Camier e Forès sembrano tenere il passo di Rea, sempre indisturbato al comando.
-10 giri:
Melandri continua a perdere terreno, Van der Mark e Lowes lo hanno passato. Ora è solamente 8°.
-11 giri:
Rea ha un 1” di vantaggio su Camier, seguito a breve distanza da Forès, poi Davies, Sykes, Melandri e le Yamaha di van der Mark e Lowes.

https://twitter.com/Ruben_DXT/status/977473831878254592

-12 giri: anche Davies scavalca Sykes e gli soffia il 4° posto.
-13 giri:
Rea sempre avanti da solo, Fores comincia a insidiare il 2° posto di Camier.
-14 giri:
Davies infila Melandri e si porta in quinta posizione.
-15 giri:
dopo 5 giri Rea è in testa davanti a Camier, Forès, che ha infilato Sykes, e l’inglese della Kawasaki. Melandri e Davies sono 5° e 6°.
16 giri: Rea sfrutta il tappo di Camier sui rivali e allunga, realizzando il giro veloce in 1’33”804.
-17 giri:
gruppo ancora compatto, il giro veloce è di Lowes che è solamente 10°.

https://twitter.com/FormulaRapidaV/status/977472218102935552

-18 giri: Sykes ripete la manovra del giro precedente all’ultima curva, ma il compagno di squadra risponde nuovamente e si riporta al comando. Ne approfitta Camier che scavalca Sykes e si porta al 2° posto.
-19 giri:
Sykes infila Rea al termine del primo giro e si porta in testa, il nordirlandese risponde però dopo 3 curve e torna leader.
PARTITI!!!
Rea va al comando seguito da Sykes e Camier.
09:58
– Iniziato il giro di ricognizione.
09:55
– Mancano 5 minuti alla partenza.
09:50
– Grande caldo a Buriram, come consuetudine a queste latitudini. Un’insidia in più per la tenuta fisica dei piloti. La chiave della gara sarà il degrado delle gomme, messe a dura prova in condizioni di asfalto rovente. 

https://twitter.com/blogenboxes/status/977466078820556800

09:45 – Ecco la griglia di partenza completa.
08:30
– Amici di SuperNews, benvenuti alla diretta scritta di gara 1 del GP di Thailandia, secondo round del Mondiale Superbike. In attesa della partenza, prevista alle 10 ora italiana, vediamo insieme le prime quattro file della griglia in base ai risultati della Q2, fase decisiva della Superpole che si è conclusa poco fa.

Fila 1: 1. Rea (Kawasaki) 1’32”814-2. Sykes (Kawasaki) +0”003-3- Camier (Honda) +0”108
Fila 2: 4. Torres (MV Agusta) +0”’158-5. Fores (Ducati) +0”208-6. Lowes (Yamaha) +0”222
Fila 3: 7. Melandri (Ducati) +0”289-8. Laverty (Aprilia) +0”305-9. Davies (Ducati) +0”334
Fila 4:  10. Van der Mark (Yamaha) +0”559-11. Savadori (Aprilia) +0”636-12. Razgatlioglu (Kawasaki) +1”756

Dopo il fantastico doppio successo ottenuto da Marco Melandri e la Ducati nel round inaugurale disputato a Phillip Island, in Australia, un mese fa, il Mondiale Superbike torna in pista per il secondo appuntamento della stagione, il GP di Thailandia. Sede delle due gare in programma, il circuito di Buriram, tracciato di 4,554 km con 7 curve a destra e 5 a sinistra, dove la Superbike fa tappa dal 2015, e che da quest’anno ospiterà anche il Motomondiale. Tra oggi e domani sono in programma due gare di 20 giri ciascuna. Melandri si presenta a questo appuntamento in testa al campionato con 50 punti, seguito dai due piloti Kawasaki Tom Sykes e Jonathan Rea, che contano nel proprio carniere rispettivamente 33 e 31 punti, e che vorranno sicuramente riscattarsi dopo essere stati battuti dal ravennate in Australia.
Gara 1 non si preannuncia però delle più semplici per il leader del campionato. A causa di una scivolata durante il suo ultimo tentativo nella Q2 della Superpole, Melandri partirà solamente in terza fila, con il 7° tempo. I suoi rivali diretti in campionato sono davanti: pole position per Jonathan Rea, autore del tempo di 1’32”814. Alle sue spalle in prima fila l’altra Kawasaki di Tom Sykes e la Honda di Leon Camier, che conferma i progressi della moto giapponese dopo un 2017 molto difficile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: