MotoGP Qatar, chi può vincere a Losail?

Pubblicato il autore: IvoRossi17 Segui


Dopo le splendide qualifiche di ieri, oggi ci si aspetta una gara altrettanto emozionante. Il poleman di giornata è Johann Zarco che sulla Yamaha del team Tech 3 demolisce il record della pista di Jorge Lorenzo del lontano 2008.
1.53.680 per il francese, che si inserisce di forza tra i pretendenti alla vittoria di oggi pur non essendo titolare di un buon passo, almeno sulla carta. Lo scorso anno il debuttante Zarco condusse la gara per sei giri, prendendosi un discreto vantaggio prima di scivolare in curva due.
In prima, dalla seconda casella parte il campione del mondo in carica Marquez. Lo spagnolo non ama particolarmente la pista di Losail, ma difficile pensare possa concludere fuori dal podio. Su questa pista ha vinto due volte: nel 2012 in moto2 e nel 2014 nella classe regina. Marc non parte con i favori del pronostico, ma attenzione a darlo per vinto prima del tempo.

Chiude la prima fila Danilo Petrucci. L’ex Fiamme Oro della Polizia di Stato è stato autore di un grandissimo giro in sella alla Ducati Pramac, scendendo sotto il 1.54. Dopo l’ottima stagione 2017, Petrux ha ottenuto il suo primo contratto da ufficiale in motogp strappandolo al suo vecchio compagno di squadra Redding. Cosa potrà tirare fuori dalla gara di oggi è tutto da vedere; la Ducati sembra trovarsi molto a suo agio sulla pista del Qatar. Vedremo se Danilo riuscirà a mantenere le aspettative dopo l’ottima qualifica.
L’alfiere del team Honda di Lucio Cecchinello Crutchlow apre a sorpresa la seconda fila. Dopo un venerdì non entusiasmante, l’inglese di casa Honda ha trovato un buon giro che lo pone in seconda fila. Sarà sicuramente l’outsider principale per un posto sul podio.
Dalla quinta casella Andrea Dovizioso. Dopo gli ottimi test sulle piste di Thailandia e Malesia, il pilota di Forlimpopoli ha disputato delle prove libere pressochè perfette chiudendole tutte in prima posizione. Come sempre nella sua carriera, la qualifica non è stata all’altezza delle aspettative. In gara cambierà tutto: Dovi parte sicuramente come il favorito alla vittoria.

Solo ottavo Valentino Rossi. Il campione di Tavullia, dopo un venerdì in difficoltà, non trova lo spunto necessario a qualificarsi in prima fila. I problemi della Yamaha sono evidenti, anche Vinales (12′) sembra in grave difficoltà. I piloti della casa di Iwata lamentano un anteriore con poco grip e un consumo anomalo degli pneumatici.
Complici i pessimi test invernali di Yamaha, sembra difficile che Vale e Maverick possano giocarsi chanches per la vittoria, ma attenzione a non sottovalutare il talento dei due ufficiali.
apre la terza fila Jorge Lorenzo. Deluso dai diversi problemi tecnici della sua in questo weekend, il maiorchino continua a trovare grossi problemi con l’inserimento in curva. L’apprendistato sulla Desmosedici continua, anche se è passato ormai un anno dal suo esordio sulla motogp di Borgo Panigale. Che Jorge sia in confusione lo si evince dai continui cambi di carena, che provano il fatto che Lorenzo non abbia ancora trovato la soluzione ai suoi problemi. Losail piace moltissimo a Lorenzo, qui infatti ha ottenuto tre vittorie in motogp sulla Yamaha.
Da segnalare il buon settimo posto di Pedrosa e Rins in sesta posizione.
Infine gli italiani: Iannone undicesimo e l’esordiente Morbidelli in quattordicesima casella.

  •   
  •  
  •  
  •